SHARE

belkov

Il russo Maxim Belkov del Team Katusha vince in solitaria la nona tappa del Giro d’Italia da San Sepolcro a Firenze.  Secondo il colombiano Carlos Betancur davanti al connazionale Pantano.

La tappa ancora una volta è stata caratterizzata da pioggia e freddo, costringendo il gruppo ad un giorno di passione. Bradley Wiggins perde altro terreno in discesa, intimorito dalle forti precipitazioni, ma riesce a rientrare prima del traguardo. Hesjedal, invece, perde 1’08” dopo essersi staccato lungo la salita di Fiesole. Ora ha 3 minuti da Nibali, un bel distacco da recuperare per l’ultimo vincitore del Giro d’Italia.

La fuga che ha animato la tappa è composta da 12 uomini. Partiti attorno al ventesimo chilometro sono i veri protagonisti di giornata. Il percorso insidioso, il tempo e i vari sali e scendi assottigliano pian piano il gruppetto, anche grazie e soprattutto ai quattro gran premi della montagna che fanno la differenza ed esaltano le qualità di Belkov.Per il russo è la prima vittoria da professionista. Rammarico per Betancur, che preso dalla foga, esulta platealmente al traguardo, credendo di aver vinto.

Domani giorno di riposo prima del test alpino, il primo di una lunga serie, sull’Altopiano di Montasio.

SHARE