SHARE

moratti inter

Sono anni che in casa interista circolano voci, ma anche notizie accertate, dell’interessamento di nuovi azionisti ad entrare in società. Si è partito dai cinesi passando per i russi fino ad arrivare ai kazaki. Stando però alle recenti dichiarazioni di Massimo Moratti sembrerebbe che il patron dell’Inter,  voglioso di iniziare al più presto la programmazione e la conseguente risalita per la prossima stagione, si sia stancato di aspettare le decisioni dei possibili soci e vorrebbe chiudere la questione al più presto. “Contatti con alcuni gruppi internazionali in relazione all’Inter e alla costruzione del nuovo stadio attualmente rimangono a un livello solo di manifestazioni di interesse”, queste le parole del presidente nerazzurro che, stando anche a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, avrebbe fissato un termine ultimo di 15/20 giorni per poter presentare le offerte e iniziare a trattare. Destinatari del messaggio appunto il gruppo kazako e una nuova cordata proveniente dall’Arabia e dall’Est Europa. La paura delle dirigenza nerazzurra sarebbe quella di ritrovarsi a luglio, piena sessione di calciomercato, e non essere certa dei reali obiettivi da poter perseguire, visto che i probabili introiti economici dei nuovi soci muterebbero di molto il budget per la campagna acquisti. Altre due nodi spinosi  strettamente legati alla questione azionisti sono sicuramente la costruzione del nuovo stadio e la sempre più discussa conferma di Andrea Stramaccioni.