SHARE
Nastassja Burnett
Nastassja Burnett
Nastassja Burnett

Bilancio sufficiente per l’Italia dopo la prima giornata agli Internazionali di Roma 2013. Il sorteggio aveva messo contro ancora una volta Fabio Fognini e Andreas Seppi e anche ieri il ligure l’ha spuntata con un ottimo 6-4 6-1. Al secondo turno sfida contro Rafa Nadal. La partita è filata via lascia per Fognini grazie ad un gioco convincente, tanto da liquidare il connazionale in un’ora e 10 minuti. Per Andreas Seppi invece una brutta sconfitta e un gioco lontano parente di quello visto proprio un anno fa a Roma.

Buone notizie arrivano da Potito Starace che soffre contro Radek Stepanek, favorito alla vigilia, ma alla fine la spunta e riesce a guadagnarsi il secondo turno contro Roger Federer. Partita decisa dal calo del ceco e dalla tenacia di Starace che riesce a carburare nel secondo set e a completare la rimonta nel terzo.

Nulla da fare invece per Paolo Lorenzi, sconfitto nettamente dal numero 16 del ranking Kei Nishikori. 6-2, 6-4 il punteggio finale.

Nelle altre partite maschili del lunedì del Foro Italico il ritiro di Malisse regala a Kuznetsov il secondo turno contro Del Potro, mentre Albert Ramos batte in due set il qualificato Hajek (7-5 6-0) e Marin Cilic fa lo stesso contro Golubev (6-4 6-2), ma le sorprese arrivano con le sconfitta dell’argentino Juan Monaco (battuto 7-6 1-6 6-4 dal francese Paire) e del canadese Raonic (ko 7-6 6-4 con Kohlschreiber).

Ernests Gulbis – semifinalista a Roma nel 2010 ma partito dalle qualificazioni in quest’edizione – supera in due set Nieminen (6-2 7-6) e il polacco Janowicz ha la meglio su Giraldo 7-5 6-2: sarà lui il primo avversario di Tsonga. Per Novak Djokovic invece c’è Albert Montañes: lo spagnolo ha eliminato Klizan 3-6 7-5 6-3.

Tra le donne invece bella sorpresa da Nastassja Burnett, 21enne italiana, che vince contro Alizé Cornet (n. 30) con un secco 6-2 6-2. Crolla invece Francesca Schiavone che per il secondo anno consecutivo perde al primo turno agli Internazionali, mostrando un gioco troppo scontato e peccando molto nel servizio. 7-6 6-1 il punteggio finale. La milanese ha lottato come sempre, ma è mancata la zampata giusta.

A sorpresa negli altri match arriva l’eliminazione di Venus Williams caduta di fronte alla britannica Laura Robson 6-3 6-2. Non sbaglia invece Sabine Lisicki che batte 6-1 6-2 la Burdette e attende ora la Kvitova, mentre la giapponese Morita non ha problemi contro la Cirstea (6-1 6-3). Più duro il match della cinese Shuai Peng: ci vogliono infatti due ore per il successo in rimonta sulla Niculescu (4-6 6-3 6-2); la cinese al secondo turno affronterà quindi Samantha Stosur; la testa di serie numero 9 si è sbarazzata all’esordio della Hsieh con un eloquente 6-3 6-2.

Nessun problema anche per Jelena Jankovic, che travolge la Pironkova 6-3 6-0, mentre l’avversaria di Maria Sharapova al 2° turno sarà la spagnola Muguruza, che ha avuto ragione della Johansson 1-6 6-0 6-2. Molto combattuto infine il match tra Oudin e Makarova, con la statunitense che avanza complice il ritiro dell’avversaria sul 2-6 7-5 4-2.

SHARE
Previous articleAnthony:”Parleremo dei nostri problemi tra di noi”
Next articleAlfred Finnbogason, the Iceman
Classe '85. Fondatore e direttore editoriale di MaiDireCalcio (ora Contrataque), istintivo sognatore napoletano. Ho scritto per PianetaNapoli.it, ora sono redattore per NapoliCalcioLive.com, web content per jobyourlife.com e pagellista per calciomercato.it. Laurea in Economia, giornalista pubblicista, baggista e folle appassionato del Crystal Palace. Twitter @claudioc7 Facebook facebook.com/ChandlerBing85