SHARE

sassuolo

È finita! È stata un’esperienza entusiasmante per me. Spero di avervi reso al meglio l’universo della B, dove nessuna partita è mai scontata, nessuna rimonta è impossibile, nessun crollo è scongiurato. Vice il Sassuolo, ed è giusto così. I playoff si faranno, e come vi ho detto, sono tutt’altro che scontati. Il playout non ci sarà, sia l’Ascoli che il Vicenza retrocedono in Lega Pro; questo perché il distacco tra la quartultima e la quintultima è superiore ai 4 punti. Come per ogni ultima giornata di campionato, i campi sono la scena di emozioni contrastanti, c’è chi festeggia e chi piange, ma questo è il gioco del Calcio.

CESENA-PROVERCELLI 1-1
29′ Tonucci (C), 45′ Ragatzu (P)
Poco più di un’amichevole a Cesena, il Provercelli è già retrocesso, il Cesena già salvo; fuori allo stadio sono pronte piadine e crescenzine per festeggiare. Spinge il Cesena in avvio, e trova un bel goal di testa di Tonucci. La Pro però dimostra, come al solito, la sua combattività, pervenendo al pareggio con un pezzo di bravura del mai esploso Ragatzu.

MIGLIORE: Ragatzu(P)

GROSSETO-BARI 4-3
18′ Lupoli (G), 35′ Ceppitelli (B), 42′ Caputo (B), 46′ Fedato (B), 48′ Coulibaly (G), 65′ Piovaccari (G), 85′ Fanciulli (G)
Fiera del goal allo Zecchini di Grosseto. Un Grosseto, già retrocesso da tempo, saluta i suoi tifosi e la serie cadetta con una vittoria sui galletti di Torrente. Bellissima la rete di Fedato, gioiellino in comproprietà col Catania. Fedato scarica a Caputo, Caputo gli restituisce la palla con uno scavino e il giovane attaccante la scaraventa in rete con una sforbiciata. Il migliore è Ciccio Caputo, autore del 17° centro stagionale e del cioccolatino sopradescritto per Fedato.

MIGLIORE; Caputo(B)

MODENA-SPEZIA 1-1
20′ Ardemagni (M), 89′ Sansovini (S)

Bella partita a Modena, tra due squadre che non hanno più preoccupazioni. Le occasioni si susseguono da una parte e dall’altra. Per il Modena segna il Vicerè dei bomber di B, Ardemagni, 23 goal in stagione. Per lo Spezia alla fine segna Sansovini. Il migliore è proprio lui, non tanto per il tapin in occasione del goal, ma per la splendida sforbiciata, potremmo dire alla Sansovini, che si stampa sulla traversa. Vorrei segnalare anche un Okaka in splendida forma, mi sorprende sempre con quanta rapidità si muova questo bestione.

MIGLIORE: Sansovini(S)

TERNANA-PADOVA 2-1
4′ Vitale rig. (T), 50′ Cutolo rig. (P), 59′ Bencivenga (T)
Si festeggia anche a Terni. La partita è condizionata dagli errori. Due falli ingenui di Della Fiore e Scozzarella causano due rigori trasformati rispettivamente da Vitale e Cutolo. Poi errore marchiano di Renzetti che consegna il pallone tra i piedi di Bencivenga per il 2-1 definitivo.
PEGGIORE: Renzetti(P)
BRESCIA-VARESE 2-0
50′ Zambelli (B), 67′ Caracciolo (B)
Spareggio lombardo per l’ultimo posto dei playoff. A vincerlo, e meritatamente, è il Brescia. A sbloccare il risultato è capitan Zambelli, il raddoppio di Caracciolo. Il migliore è Scaglia; sempre nel vivo della manovra, serve una quantità di palloni a Caraccio, impreciso.
MIGLIORE: Scaglia(B)
CITTADELLA-ASCOLI 1-0
96′ Baselli(C)
Partita tesissima al Tombolato di Cittadella, la squadra di casa vuole evitare i playout, l’Ascoli vuole raggiungerli. Il nervosismo la fa da padrone, due le espulsioni, Fossati e Paolucci. Le due squadre provano a superarsi senza riuscirci. Torna ai suoi livelli Zaza, che coglie una traversa e si esibisce in una rovesciata spettacolare. La partita la decide Baselli, che all’ultimo respiro segna il goal salvezza. Ascoli in lega Pro.
MIGLIORE: Zaza(A)
NOVARA-LANCIANO 1-1
12′ Falcinelli (L), 55′ Rubino (N)
Novara già sicuro del quinto posto, Lanciano in cerca della salvezza. Partono forte gli ospiti. Grande azione di Piccolo sulla destra, mette in mezzo e magia di Falcinelli, goal di tacco. Tutto lo stadio applaude. Continua a forzare il Lanciano, traversa di Piccolo. Poi viene fuori il Novara. Leali compie un miracolo su Botta, ma deve arrendersi al colpo di testa di capitan Rubino. Allo scadere può festeggiare anche il Lanciano, grazie ai risultati sugli altri campi arriva una storia salvezza.
MIGLIORE: Falcinelli(L)
SASSUOLO-LIVORNO 1-0
96′ Missiroli (S)
La partita più attesa, ci si gioca la A. Al Sassuolo basta un punto, il Livorno è costretto a vincere. I neroverdi giocano meglio e vanno ripetutamente vicino al goal, anche dopo essere rimasti in 10 per l’espulsione di Antei. Il Livorno è in giornata no, abulico, sterile. Doppia espulsione Berardi Fiorillo per una rissa. Nel finale all’ultimo minuto arriva la rete scaccia paura di Missiroli. Si festeggia! Sassuolo per la prima volta nella sua storia in serie A. Sul palco, dove viene consegnata la coppa scudetto, tutti con i capelli verdi. Il Livorno dovrà passare per i playoff, forse avrebbe meritato anche essa la promozione diretta, per quanto fatto vedere in campionato.
MIGLIORE: Missiroli(S)
VERONA-EMPOLI 0-0
Partita biscottata, questo dicono i book makers, che hanno sospeso le scommesse sull’incontro. I motivi sono presto spiegati: un punto basta al Verona per andare direttamente in serie A; un punto basta all’Empoli per consentire lo svolgimento dei play off. Alla fine pareggio è. Se il Verona gioca una discreta partita, anche se dà la sensazione di essere poco cattivi sotto porta, l’Empoli rinuncia ad ogni velleità, tutti in difesa cercando di portare a casa il prezioso punticino. Punticino che alla fine arriva.
MIGLIORE: –
VICENZA-REGGINA 0-0
Partita da dentro o fuori. Al Vicenza servono i 3 punti per far giocare i playout, alla Reggina serve un punto per salvarsi (se una tra Cittadella e Lanciano non vincesse si salverebbe anche con sconfitta). Le squadre sono troppo tese, paralizzate e la partita ne risente. Scorre via senza che nessuna delle due squadre riesca a creare pericoli importanti. Migliore Cinelli autore di una buona prova a centrocampo.
MIGLIORE: Cinelli(V)
CROTONE-JUVESTABIA 3-3
29′ Toromino (C), 35′ Improta (J), 42′ Doninelli (J), 57′ Suciu (J), 77′ e 88′ Falconieri (C)
Partita giocata con la leggerezza tipica degli incontri dove il risultato non conta più di tanto. Ne viene fuori un 3-3 spettacolare. Non manca niente: goal spettacolare (Improta); Juve Stabia che in 10 ribalta il risultato; Falconieri che nel finale (Juve Stabia in 9) con una doppietta acciuffa il pareggio; palo finale di Eramo che poteva capovolgere nuovamente il risultato. Una festa del calcio.
MIGLIORE: Falconieri(C)