SHARE

FBL-ITA-JUVENTUS-ATALANTA

Alessandro Del Piero, presente ad una mostra fotografica a Torino in onore del suo libro, ci tiene a ribadire l’amore per la Juventus e la stima per i suoi ex compagni: “insieme hanno fatto una cosa fantastica, sono felicissimo per il bis scudetto: li ho seguiti da Sydney“.

Ha parlato anche della Champions League, ribadendo la superiorità delle compagini teutoniche sui club nostrani: “per vincere una competizione del genere non bastano grandi giocatori e un grande staff tecnico, ci vuole un alchimia di squadra: il Borussia stava per essere eliminato dal Malaga, ma è riuscito a ribaltare il risultato“.

LONTANO DALLO STADIO Inevitabile la domanda sulla sua assenza il giorno della festa scudetto, e Ale lancia una frecciatina. La ferita dell’addio forzato ai colori bianconeri non è stata ancora totalmente digerita: “non sono riuscito ad andare alla partita scudetto, non ho trovato i biglietti. Ho provato a chiamare ma i telefoni erano tutti spenti…” è stata la risposta ironica del numero 10.

IL CALCIO ITALIANO Del Piero ammette che anche dall’Australia hanno la sensazione che il calcio italiano si sia impoverito, ma spera anche che si troveranno al più presto i nuovi Del Piero e i nuovi Totti. Risponde ironicamente anche quando gli chiedono quale giocatore gli assomigli di più: “ma no, ora hanno tutti le creste…