mercoledì, Dicembre 1, 2021

Latest Posts

Stefano Borghi: “Volata a 3: River, Newell’s e Lanus”

Per chi non avesse letto i numeri precedenti, piccola spiegazione: immaginate di trovarvi in un bel pub inglese, ordinate una bella pinta di birra da sorseggiare per voi e per chi vi sta accanto: STEFANO BORGHI, il più grande telecronista italiano in circolazione, la voce di tanti derby argentini, di tante partite di Championship e da qualche mese anche delle calde partite di Lega Pro.

Quante volte avete pensato di chiedere un’opinione o semplicemente un racconto a Stefano? Ora è possibile, grazie a questa splendida iniziativa ora anche voi utenti attraverso i nostri contatti Facebook e Twitter o tramite commenti agli articoli potete proporre la vostra domanda, noi la gireremo a Stefano e ogni 7 giorni riceverete la tanto agognata risposta!

Questa settimana abbiamo ricevuto tantissime domande da rivolgere a Stefano e ci scusiamo fin da ora se non troverete la vostra, ma non vi preoccupate saranno presenti nel prossimo numero. Ma ora bando alla ciance e partiamo subito con la chiacchierata con Stefano di questa settimana: ecco”Una Pinta con Borghi”!

Vorrei farti qualche domanda sul lavoro di cronista. Oggi, con internet che ci permette di seguire il calcio di mezzo mondo, come si è evoluto questo lavoro? Io credo che, aldilà della della maggior facillità per il pubblico di riconoscere i calciatori e reperire informazioni, oggi sia più dificile di un tempo, e mi pare che oggi il cronista, oltre che “raccontare” l’evento, si più impegnato a evidenziare le chiavi tecniche e tattiche della gara. Ma mi interessa sapere un tuo parere. (Piero Masia)

Con internet la possibilità di accesso alle risorse è un vantaggio anche per chi fa questo mestiere e svolgere al meglio questo mestiere. Dall’altra parte permette anche ai telespettatori di essere più eruditi e di conseguenza rende più significativa la preparazione, lo studio quindi rappresenta un aiuto ma anche un accrescimento di responsabiità. Leggere la partita in maniera maggiore sì, ma l’aspetto divulgativo, di spiegazione e di contesto è il primo dovere poi quello di provare a dare la propria chiave di lettura da un punto di vista tecnico e tattico può essere un’aggiunta e una predisposizione personale. Ma il primo dovere rimane sempre quello di riferire con precisione i fatti.

L’Argentinos Juniors è in crisi nera, l’ Independiente riuscirà a salvarsi a spese proprio del “Bicho”?? (Michele Simoncelli)

Sarà una grande volata. Ci sono 3 punti di differenza per l’Argentinos ma l’Independiente viene da 3 vittorie e un pareggio nelle ultime quattro, mentre l’Argentinos da cinque k.o. di fila che hanno scoperchiato un po’ il vaso di Pandora perché la società ha deciso di mettere fuori rosa tre veterani Diego Placente, Anibal Matellan e Ariel Garcè. Il primo non ha accettato la decisione e ha accusato la società e il tecnico Caruso Lombardi che ha risposto a tono. E’ un ambiente esplosivo non sereno mentre l’Independiente è in una condizione psicologica migliore. Ma ogni risultato può cambiare lo scenario quindi non mi sento di dare un favorito in assoluto.

Come vedi Zapata dell’Estundiantes? per me è un grandissimo attaccante con grandi prospettive. (Valentino Grassi)

E’ di grande prospettiva. E’ un attaccante con una prepotenza fisica straordinaria abbinata ad un killer istinct come pochi. E’ andato un po’ ad ondate ma ora sta segnando con continuità. E’ un attaccante particolare anche dal punto di vista caratteriale, ricorda sia fisicamente che tatticamente che per carattere Adriano e Balotelli, ogni volta che lo vedo giocare mi ricorda i due ex dell’Inter, a breve credo sia pronto per l’Europa.

Io vorrei chiedergli notizie e curiosità su due giocatori in particolare: Julio Buffarini del San Lorenzo, e Dario Benedetto dell’Arsenal Di Sarandi; e se possono avere un futuro in Europa e in Italia. (Davide El Principe Alfonso)

Non so se hanno un futuro in Europa ma Buffarini nell’ultimo anno e mezzo si è fatto notare. E’ un esterno esuberante che copre tutta la fascia con piedi educati e facendo gol importanti. Credo possa avere futuro in Europa, anche se molti dicono sia confusionario, io non credo anzi è un giocatore di sostanza che per il suo modo di giocare può rendere ovunque soprattutto ora che in Europa c’è la volontà di puntare sulla preponderanza fisica. Dario Benedetto finalmente sta segnando in maniera regolare, è un giocatore completo e ha i movimenti giusti può fare prima e seconda punta, di buon piede. Gli infortuni lo hanno un po’ frenato ma ora grazie al lavoro di un allenatore sempre sottovalutato ma ottimo come Gustavo Alfaro ha trovato la giusta continuità. E’ un giocatore da osservare e tenere in considerazione.

6 squadre in 6 punti a 5 giornate dalla fine…pensi che ci possano essere sorprese?il San Lorenzo è in gran forma 13 punti nelle ultime 5 giornate e un calendario non difficilissimo,come vedi un suo possibile inserimento? (Marco Cortini)

La possibilità c’è per il San Lorenzo a sei punti dalla vetta con un Newell’s impegnato in coppa Libertadores. Ma l’obiettivo del San Lorenzo, credo, sia avere un passo regolare per arrivare alla qualificazione nella coppa Sudamericana ma può inserirsi per la forza tecnica della sua squadra, per lo status che ha, per i giovani che ha lanciato e per l’entusiasmo della piazza. Ritengo però che alla fine sia una volata a tre tra River Plate, Newell’s e Lanus e nonostante un andamento un po’ lento nelle ultime giornate considero il Lanus come prima favorita principale.

Strama e Mangia sono due tecnici che hanno dimostrato di saperci fare, spesso, con i giovani. Strama all’under 21 e Mangia al Verona potrebbero essere il segnale di una voglia di spingere di più sulla valorizzazione dei giovani nostrani? 

Mangia allena già l’Under 21 quindi sarebbe giusto proseguire con la stessa linea. Entrambi sono passati improvvisamente dalla Primavera alla serie A. Entrambi hanno dimostrato di avere qualità ma anche magari qualche inesperienza di troppo. Di sicuro potersi cimentare con formazioni di serie A , un po’ più lontani dalla vetta, sarebbe un ottimo modo per riproporsi, la giusta gavetta da fare.

C’è questa storia tra Argentinos e Independiente che circola da mesi di un accordo tra le società per far scendere il Rojo in B, l’independiente pare voglia dare 5 milioni all’argentinos per retrocedere. L’hai sentita anche tu? Come ti poni davanti a queste vicende surreali (si spera) ?

Quando le situazioni sono così clamorose come quella dell’Independiente mai retrocessa in B e si trova ad affrontare questa possibilità le voci sono tante e incontrollate. Di sicuro non c’è niente di stabilito e acclarato altrimenti ci sarebbe un intervento della giustizia ma a me queste cose non interessano. Se pensassi che queste cose fossero vere non farei più questo mestiere, non avrei più la stessa passione. Non credo che con 5 milioni di dollari l’Argentinos Juniors abbia convenienza a scendere in seconda serie.

 

CHEERS!!

 

L’appuntamento con le vostre domande da rivolgere a Stefano è per venerdì prossimo. Nel frattempo ecco gli appuntamenti con Stefano in tv:  RIVER PLATE – ATLETICO RAFAELA domenica alle 23,10 su Sportitalia2, e a seguire NEWELL’S – BOCA JUNIORS alla 2,30 su Sportitalia1
Ringraziamo ancora una volta Valerio Morresi amministratore della fan page di Facebook “Stefano Borghi commentatore numero uno d’Italia” che ci aiuta a raccogliere tutte le domande da rivolgere a Stefano. Continuate a seguirci per non perdere il prossimo numero di “Una Pinta con Borghi” , ci trovate su Facebook, Twitter oppure abbonandovi gratuitamente ai nostri Feed Rss.

PER LEGGERE I NUMERI PRECEDENTI CLICCA QUI

Latest Posts

Don't Miss