SHARE

bayern robben

BORUSSIA DORTMUND

Weidenfeller 7 : C’ha messo letteralmente la faccia. Sono ben due le parate di “facciata” su Robben. Bravissimo in almeno altre due occasioni su Mandzukic e Alaba. Incolpevole in occasione dei gol.

Piszczek 6 : Molto bene nel primo tempo quando riesce sia a tenere Ribery sia ad offendere. Nella ripresa aumenta la pressione il Bayern e si limita a difendere.

Subotic 6,5 : Quello su Muller nella ripresa è probabilmente il salvataggio dell’anno. Tiene a galla i suoi negli ultimi terribili 20 minuti.

Hummels 5 : Tanti svarioni per lui stasera e spesso anche troppo intraprendente quando parte palla al piede lasciando troppi spazi vuoti.

Schmelzer 5,5 :  Parte abbastanza bene riuscendo a tenere Robben in qualche occasione. Nel finale asfaltato da Lahm.

Bender 6,5 : Nel primo tempo assolutamente tra i migliori in campo, un’autentica diga al centro. Nella ripresa cala vistosamente quando il Bayern alza il baricentro. (dal 90’) Sahin

Gündogan 6,5 : Tocca un’infinità di palloni con la solita qualità sopraffina. Mette in mostra tutto il suo repertorio in entrambe le fasi. Freddo dal dischetto.

Blaszczykowsk 5,5 : Sempre il primo a ripartire con la solita infinita corsa. Molto male però nell’ultimo tocco, sia in fase di assistenza che di conclusione. (dal 90’) Schieber (s.v.)

Reus 7 : Per almeno un’ora gioca una partita perfetta, vederlo partire palla al piede è veramente un piacere. Guadagna il rigore del pareggio ma negli ultimi minuti non prende più una palla.

Grosskreutz 5,5 : Purtroppo per lui doveva sostituire un insostituibile. Non all’altezza del compito e di una finale a questi livelli.

Lewandowski 6,5 : Straordinario come sempre nella protezione della palla e nelle preparazioni. Un grande Neur gli nega la gioia del gol in almeno due occasioni.

 

BAYERN MONACO

 Neuer 7 : Per le parate effettuate nel primo tempo metà coppa è sua. Ha confermato nell’occasione più importante di essere il miglior portiere d’Europa.

Lahm 6,5 : Aspetta più di un’ora per fare il primo affondo e se si è trattata di una strategia è stata perfetta. Il suo cambio di ritmo cambia le sorti della finale.

Boateng 6: Nei primi minuti Lewandowski lo salta sistematicamente, cresce con il passare dei minuti trovando spesso anticipi decisivi.

Dante 5 : Partita in completa controtendenza rispetto alla sua Champions. Sbaglia tantissimi interventi ed è a dir poco sciagurato quando atterra Reus provocando il rigore. Meritava l’espulsione.

Alaba 6 : Nel primo tempo riesce a tenere Kuba correndo non troppi rischi. Contribuisce anche lui alla pressione finale con un’ottima conclusione.

Javi Martinez 6,5: Anche nei momenti di maggior difficoltà dei suoi è tra i pochi a rimanere calmo e a mantenere l’ordine. Top Player.

Schweinsteiger 5,5 : Magari a causa del piccolo infortunio patito nel riscaldamento non risulta assolutamente il mastino di sempre. Troppo morbido in diverse circostanze. S’inserisce poco e conclude meno.

Robben 8 : Questa partita è la sintesi perfetta della sua carriera. Tutto o niente da un minuto all’altro. Nel primo tempo il peggiore, nella ripresa Man of the Match. Assist ma soprattutto gol vittoria all’ultimo minuto. Ce l’ha fatta, finalmente ce l’ha fatta.

Müller 5,5 : Molto meno ispirato del solito. Buoni movimenti alle spalle di Mandzukic ma Manca due grandissime occasioni  in aria, una clamorosa a porta vuota.

Ribery 7 : Prestazione di valore assoluto. Anche lui come per Robben riesce finalmente ad essere Campione. Ripiega spesso in fase difensiva fin dentro l’aria di rigore. Mette lo zampino in entrambi i gol. Fantastico. (dal 90’) Luiz Gustavo (s.v.)

Mandzukic 6,5 : Non sarà tra i più spettacolari ma svolge un lavoro encomiabile, soprattutto in fase di non possesso. L’uomo giusto al posto giusto, come in occasione del gol. (dal 93’) Gomez (s.v.)