SHARE

moratti2

Detto dell’offertona del magnate indonesiano Thohir per rilevare il pacchetto di maggioranza dell’Inter (260 milioni di euro per l’80% del capitale, 20 in più per l’intero pacchetto) e un tesoretto già pronto per fare mercato (dai 60 ai 100 milioni), al presidente nerazzurro Massimo Moratti non resta che prendere una decisione. A dire il vero un “no” a cedere del tutto la società è già arrivato, Moratti non ha intenzione di mollare né di cedere le quote di maggioranza del club. E nonostante sia dura rifiutare la proposta di uno che possiede un patrimonio di 12 miliardi di euro con svariati giornali, tv ed altre società sportive (la franchigia di basket dei Philadelphia 76ers di Nba) lo storico patron non pensa ad una cessione totale dell’Inter.

MERCATO– La trattativa comunque va avanti, con Moratti che sa che a tutti quei soldi non si può fare a meno. Si punta semmai a cedere il 40% del “giocattolo”, il tutto mentre con Branca ed Ausilio si tracciano le basi per il mercato estivo. Coi nuovi capitali si apre la caccia ai vari Kondogbia, rivelazione del Siviglia, valutato però 18 milioni, Basta ed Isla dell’Udinese e a soffiare Nainggolan alla concorrenza italiana (Napoli e Roma) nonché estera (Tottenham e Southampton). Per la difesa, se Ranocchia dovesse andar via (lo cerca la Juve), gli obiettivi principali sono Rami del Valencia, Dragovic del Basilea e Diakitè, prossimo a svincolarsi dalla Lazio. Per l’attacco piacciono Alexis Sanchez del Barcellona nonché l’algerino del Parma, Belfodil.

SHARE