SHARE

confederations cup

Tra pochi giorni inizierà la Confederations Cup, il “Mundialito” organizzato un anno prima della vera Coppa del Mondo. L’Italia, in virtù della finale dell’Europeo persa contro la Spagna, già Campione del Mondo, giocherà questa competizione che racchiude quello che dovrebbe essere un pò il gotha del calcio mondiale.

I nostri giocatori sono partiti ieri per Rio, e qualche giorno prima erano partiti anche i giornalisti: questa mattina su Twitter il simpatico giornalista sportivo e commentatore televisivo Pierluigi Pardo ha postato un simpatico aneddoto:

pardoIn Brasile, paese latino, così come da noi, la cabala è tenuta in considerazione e spesso temuta: nelle ultime 5 edizioni dell Confederations Cup la nazionale carioca ha sempre partecipato, e quando non ha vinto ha trionfato nel successivo Mondiale (USA ’94 e Corea ’02). Le altre tre edizioni, vinte appunto dai brasiliani, hanno visto trionfare successivamente Francia, Italia e Spagna.

Certo è che questa è solamente una curiosità, ma ci permette di renderci conto quanto per i brasiliani conti il Mondiale casalingo del 2014: la pressione su Neymar e compagni sarà fortissima, così come la spinta del pubblico, ma alzare la Coppa del Mondo in casa propria, soprattutto se quella casa è il Brasile, sicuramente varrebbe la candela.

SHARE