SHARE

Siena-roma

Gara-1 della finale di Serie A di basket va alla Mens Sana, che vince con uno scarto di 9 punti (76-85).

La super Montepaschi è tornata, più forte che mai. Hackett e Moss hanno oscurato Datome e compagni, imponendo una netta superiorità per tutto l’arco del match.

Il match- Pronti  via! l’Acea rimane imbambolata a guardare i toscani che scorazzano per il campo: è subito 4-14. Ma poi la squadra capitolina si risveglia dal torpore, e, prima pareggia i conti, poi addirittura la supera (24-22). Proprio qui il ritmo senese aumenta progressivamente e senza commettere errori. Moss in difesa è travolgente e limita al meglio Datome fino alla fine della partita, nel frattempo si scatena anche Hackett mettendo a segno la maggior parte dei suoi 18 punti totali. A questo punto la situazione vede Siena in vantaggio di ben 7 punti sulla formazione romana, che però non molla e si porta sotto di tre punti fino al definitivo allungo di Siena con Moss (sei triple), Kangur e Hackett. Serataccia per l’americano di Roma, Goss, che ne azzecca davvero poche, chiuso dalla gabbia senese che non lo fa respirare. Il migliore della compagine romana è stato inaspettatamente Lawal, un solo punto in meno di Hackett e otto rimbalzi.

Gioia e delusione- Deluso coach Calvani ha così commentato: “Stasera la nostra difesa è stata inesistente. Se vogliamo veramente competere con Siena dobbiamo lottare su ogni palla, altrimenti ce ne andiamo a casa“. Per la squadra in trasferta invece la soddisfazione è tanta: “Felice dei miei ragazzi” , commenta coach Bianchi : “La squadra ha messo convinzione e impegno fin dall’inizio. Psicologicamente andare sul 1-0 è importante, ma Roma ha fatto lo stesso anche contro Reggio Emilia e poi è passata“. I pensieri già sono rivolti a gara-2, che si giocherà domani sempre a Roma.

SHARE