martedì, Dicembre 7, 2021

Latest Posts

Borghi: “Vangioni è pronto per la A”

Leonel-Vangioni-River-Plate

Per chi non avesse letto i numeri precedenti, piccola spiegazione: immaginate di trovarvi in un bel pub inglese, ordinate una bella pinta di birra da sorseggiare per voi e per chi vi sta accanto: STEFANO BORGHI, il più grande telecronista italiano in circolazione, la voce di tanti derby argentini, di tante partite di Championship e da qualche mese anche delle calde partite di Lega Pro.

Quante volte avete pensato di chiedere un’opinione o semplicemente un racconto a Stefano? Ora è possibile, grazie a questa splendida iniziativa ora anche voi utenti attraverso i nostri contatti Facebook e Twitter o tramite commenti agli articoli potete proporre la vostra domanda, noi la gireremo a Stefano e ogni 7 giorni riceverete la tanto agognata risposta!

Questa settimana abbiamo ricevuto tantissime domande da rivolgere a Stefano e ci scusiamo fin da ora se non troverete la vostra, ma non vi preoccupate saranno presenti nel prossimo numero. Ma ora bando alla ciance e partiamo subito con la chiacchierata con Stefano di questa settimana: ecco”Una Pinta con Borghi”!

 

Cosa ne pensi di Rojas e Vangioni del River? Sono pronti per la A? E Romero del Lanus? (Simone Perrotta)

Sono due giocatori che con l’avvento di Ramon Diaz hanno migliorato di molto il proprio rendimento. Vangioni è stato il miglior laterale sinistro dell’ultimo semestre di calcio argentino. Ha dimostrato di essere ormai diventato un elemento di primissimo piano; ha fatto dei gol notevoli e si è confermato come un laterale di grandissima intensità fisica e con anche un bagaglio tecnico molto importante perché ha questo sinistro devastante. Vanno chiarite anche alcuni aspetti tecnico-tattici, nel senso che in ottima europea deve essere considerato come un esterno a tutta fascia: bene nella difesa a tre piuttosto che un terzino puro. Effettivamente essendo nato come ala offensiva, ha qualche carenza . Vangioni ha una valutazione di 6-7 milioni di euro. Chi investe una cifra del genere, si aspetta un giocatore pronto.

Rojas mi è sempre piaciuto. E’ un giocatore che dà più opzioni tattiche: può fare l’esterno puro, il centrale puro ma io ritengo che la collocazione migliore sia quella di mezz’ala sinistra in un centrocampo a 3.

Tra i due, se devo scommettere un euro, lo scommetterei su Vangioni.

Il presidente del River Plate ha confermato la trattativa con il Milan: “Abbiamo risolto in soli 10 minuti la questione che lo riguardava, sono convinto che sia un giocatore che possa tornarci ancora utile. Il Milan ci ha fatto un’offerta per lui ma il giocatore non si muove per ora. Vangioni a giugno si libera a costo zero e so che sta trattando col Milan, che ci ha già avvisato di questa contrattazione. Presto parleremo con loro; conosco personalmente Barbara Berlusconi, abbiamo un ottimo rapporto e abbiamo discusso della possibilità di organizzare un’amichevole tra i due club che consenta al River Plate di guadagnare qualcosa”.

El Chino Romero è un attaccante con un grande potenziale. Fin qui non lo aveva espresso al massimo. In passato era stato sempre un giocatore apprezzabile per il suo impegno e per il suo modo di giocare estremamente coinvolgente, ma non aveva questa realizzativa se non nei primi anni all’Instituto de Cordoba. Con Schelotto è definitivamente esploso. Anche tatticamente fa gola: è un esterno puro nel tridente d’attacco. Lavora sia per la squadra che a livello individuale; è efficace quando va sul fondo ed efficacissimo quando converge e per cui penso sia un attaccante con delle caratteristiche complete.

Ciao Stefano volevo sapere una tua opinione su chi sia meglio tra Leandro Paredes e Manuel Lanzini per la Roma visto che sono stati accostati in questi giorni al club giallorosso; Leandro Marin del Boca potrebbe essere un buon terzino destro per il campionato italiano? a me ha impressionato molto nella gara di Libertadores con il Newell’s. (Andrea)

E’ abbastanza difficile fare un paragone anche perché hanno solo un anno di differenza, ma Paredes in prima squadra ha una quindicina di presenze, mentre Lanzini ha giocato più partite e in paesi diversi; ha vinto con il Fluminense ed ora è un titolare fisso con il River Plate a differenza di Paredes. Credo che dal punto di vista del talento puro Paredes abbia pochi eguali perché è un giocatore fantasioso. Lanzini non ha la stessa quantità di talento, però è già un giocatore maturato. Sa stare già in gruppo e in una squadra, ma gli manca un pizzico di personalità per essere il conduttore totale di una squadra. Paredes è un po’ immaturo, anche per questo Carlos Bianchi non l’ha coinvolto stabilmente quest’anno. Lanzini è più pronto da questo punto di vista.

Marin è stato lanciato  in questo semestre perché il Boca era disperato per il fatto di non aver un terzino destro affidabile da diverso tempo. Ha dimostrato di essere un giocatore da osservare, soprattutto per le sue qualità in fase difensiva. Strano, ma vero è uno dei pochi laterali d’Argentina che si preoccupa più della fase difensiva che di quella offensiva. Inoltre, sta sviluppando la partecipazione al gioco d’attacco. Ha buoni mezzi, ma è ancora presto per valutarlo.

Il Newell’s si è laureato campione di Argentina dopo un campionato dominato dimostrando di avere un grande collettivo ed eccezionali individualità come Scocco. Pensi che abbia meritato la vittoria e soprattutto, dato che è in semifinale, può vincere anche la Libertadores?

Il Newell’s ha strameritato la vittoria perché da quando è arrivato il “Tata” Martino (ultimo anno e mezzo),  praticamente è stata la squadra più apprezzabile. In questo semestre ha vinto; nei due semestri passati è stato sempre in corso per la vittoria. Non ci sono state squadre che in tre semestri hanno fatto un campionato sempre di vertice. Il progetto Newell’s è uno spot: grande collettivo, gioco estremamente organizzato e figure fondamentali come Scocco, Heinze, Maxi Rodriguez, Bernardi. Tutti i giocatori sono molto legati al progetto Newell’s.

Per quanto riguarda la Libertadores il discorso è un po’ più da sviluppare. Il Newell’s ha meritato di essere in semifinale, ma ora trova un colosso come l’Atletico Mineiro, la squadra più forte del Sudamerica. E’ un turno che arriva a luglio, dopo la Confederations Cup e dopo la fine del campionato e la squadra di Martino potrebbe essere più avvantaggiato rispetto all’Atletico Mineiro, in quanto non ha mai staccato. Credo che il Newell’s abbia le possibilità di eliminare l’Atletico e se dovesse vincere la Libertadores, dopo la vittoria del campionato, sarebbe un’impresa di proporzione storiche.

Secondo te il Psv puó diventare nel giro di qualche anno un outsider in europa puntando sui giovani come il Benfica ?

Il Psv ha lavorato bene negli ultimi anni e ha prodotto molti giocatori importanti, come Mertens ma non solo. Per arrivare a competere con le grandi d’Europa ci sia la necessità di un progetto orientato al club, mentre il Psv è ancora una sorta di vetrina. In Olanda hanno giovani, hanno un sistema di calcio che funziona e in più dispongono di grandi disponibilità economiche per investire. Mi piacerebbe vedere una squadra olandese, che sia il Psv o l’Ajax, a competere con le grandi squadre europee. 

Si prevede un grosso valzer di centravanti in primera,quali credi che saranno i primi nomi importanti a muoversi? Silva? Straqualursi? Funes Mori?

Se rimaniamo nel mercato interno, il primo a muoversi potrebbe esser Gigliotti, che sicuramente non rimarrà al Colon. Ha un contratto con il Novara, ma non ha intenzione di andare a giocare in Italia. Vorrebbe andare a giocare al Boca Juniors, che ha bisogno di un vero numero nove che venga dal campionato locale. Gigliotti sarebbe una grande mossa. Straqualursi è un po’ in bilico, ma potrebbe rimanere al San Lorenzo. Con il San Lorenzo che vuole tornare a vincere, Straqualursi può essere una risorsa importante. Il Tanque Silva non rimarrà al Boca: si parla di Messico. Funes Mori è un nome da mercato estero: non lo vedo in Argentina con un’altra maglia.

Su chi punteresti, investendo qualche soldo, come futuro attaccante del Boca (contando che Silva e Viatri sono al capolinea in casa Boca)? E come difensore centrale? Credi che Gigliotti del Colon possa sostenere il peso dell’attacco boquense? Grazie mille (Marco Simoncelli)

Gigliotti potrebbe essere un’ottima incorporazione perché è un attaccante di personalità, sa far gol ed è un attaccante che arriverebbe anche con molta voglia di essere protagonista perché sarebbe una grande occasione per la sua carriera.

Come difensore centrale il Boca ha un bisogno assoluto di portarsi a casa un elemento di esperienza, un “caudillo” come dicono in Uruguay. Il nome più vicino è quello del “Cata” Diaz, che sarebbe un rinforzo di personalità. L’ideale in assoluto sarebbe il ritorno di Burdisso senior o di Walter Samuel che però rimarrà all’Inter.

Quale bomber preferisci fra Ferreyra, Vietto, Scocco, Gigliotti e Romero? E quale di questi suggeriresti alla Fiorentina? Ciao e grazie delle risposte. (Alessandro Sbrana)

Sono tutti attaccanti molto diversi, sia per età che per caratteristiche. Sono tutti attaccanti apprezzabili. Credo che Scoccio, in ottica mercato italiano, sia un giocatore adatto a qualunque tipo di sistema e a qualunque tipo di piazza. Vietto, sicuramente, è il più talentuoso e il più giovane. Scocco, forse, è quello più pronto in assoluto.

L’Udinese  è sulle tracce di Nicolas Castillo del Catolica. Che tipo di giocatore è? 

E’ un ottimo centravanti: robusto, forte e con una buonissima capacità tecnica. A me ricorda German Denis.

Latest Posts

Don't Miss