SHARE

Flamini

L’incontro tra Galliani e gli emissari del centrocampista francese per il rinnovo del giocatore si è concluso con un nulla di fatto, le parti si rivedranno

Mathieu Flamini e il Milan. Un rapporto che prosegue dal 2008 e che Galliani sta provando a far durare ancora, per ora senza fortuna.

Secondo Gianluca Di Marzio, infatti, l’incontro fra l’ad rossonero, l’avvocato Misserly e lo zio del francese che da sempre cura gli interessi del nipote si è appena concluso. Pare che il dirigente del diavolo abbia proposto al 29enne transalpino un rinnovo annuale sulle cifre della passata stagione, attorno ai 2 milioni di euro (l’ultimo contratto del transalpino è stato stipulato, curiosamente, esattamente un anno fa, il 26 giugno 2012).

Niente di paragonabile, ovviamente, al quadriennale che il centrocampista ex Arsenal accettò al momento di approdare in rossonero quando appose la firma su un contratto da 4,5 milioni di euro l’anno. La proposta, in linea con l’attuale gestione societaria del Milan, è comunque di tutto rispetto per un giocatore alla soglia dei 30 anni.

Milan e giocatore non hanno però trovato l’accordo: il francese vuole di più, sia in termini monetari che di durata del contratto. Le parti si rivedranno, ma non è escluso che dietro questo primo parziale rifiuto si celi l’Inter di Mazzarri, interessata al giocatore.

SHARE