SHARE

Dopo un mese di pausa, a causa della Confederations Cup, torna la Copa Libertadores. È il momento delle semifinali.

Olimpia-Santa Fe: 2-0 (Miranda al 65’, Ferreyra al 81’)

Olimpia (3-5-2): Silva; Manzur, Miranda, Candia; Mazacotte (46’ Alejandro Silva), Pittoni (46’ Ferreyra-83’ Prono), Aranda, Giménez, Benítez; Salgueiro, Fredy Bareiro. All. Almeida.

Santa Fe (4-3-1-2): Camilo Vargas; Anchico, Meza, Valdés, García; Bedoya, Daniel Torres, Valencia (76’ Roa); Omar Pérez; Cuero (84’ Martínez Borja), Wilder Medina. All. Wilson Gutiérrez.

La prima semifinale ha avuto un grande protagonista: l’allenatore Almeida. Il mister dell’Olimpia ha infatti il merito di aver inserito ad inizio ripresa Alejandro Silva e Ferreyra, i quali sono risultati determinanti per la vittoria dei paraguaiani. Un risultato molto importante in vista del ritorno di martedì a Bogotá. Il divario ieri è apparso netto e le occasioni da gol sono state tutte in favore dei padroni di casa, che avrebbero potuto concretizzare anche il terzo gol. Il primo tempo ha visto le squadre molto attente e poco propense a concedere spazi e così per aprire la gara c’è voluta la doppia espulsione (per reciproche scorrettezze) di Salgueiro e Bedoya al 45’. La ripresa, con le squadre in 10 contro 10, ha visto una partita più vivace e al 63’ Alejandro Silva, a tu per tu con Vargas, si conquista il rigore che Miranda trasforma. Da qui in poi è un monologo dell’Olimpia. I padroni di casa trovano il secondo gol a nove minuti dal termine quando Ferreyra deposita in rete un bell’assist dello scatenato Alejandro Silva. Sarà dura per il Santa Fe ribaltare il risultato martedì prossimo, ma sicuramente ci sarà una prova d’orgoglio dopo l’opaca gara giocata in Paraguay.

http://www.youtube.com/watch?v=MO6MG2VL7dY

Questa notte si giocherà la seconda semifinale, in Argentina ci sarà l’andata tra Newell’s e Atlético Mineiro.