SHARE

Guardiola bayern

Pep Guardiola, da pochi giorni di fatto nuovo allenatore del Bayern Monaco dopo essere stato annunciato lo scorso inverno come erede di Jupp Heynckes, ha rilasciato delle dichiarazioni a dir poco clamorose riguardo al Barcellona. Il suo ex club, a detta dello stesso Pep, avrebbe strumentalizzato a suo danno la malattia che da tempo affligge l’attuale tecnico blaugrana Tito Vilanova. Le affermazioni di Guardiola sono state esclamate in conferenza stampa nel ritiro italiano del Bayern a Riva del Garda.

LE MALELINGUE – Dice Pep: “Ho deciso di andarmene dal Barcellona dopo il percorso vincente che ci ha portato a trionfare in tutte le competizioni, ma anche perché speravo che la dirigenza mantenesse la parola data a proposito del fatto che non mi avrebbero disturbato durante la mia permanenza a New York. Invece le cose sono andate diversamente. Quello che non dimenticherò mai è che qualcuno ha utilizzato la malattia di Vilanova per arrecarmi danno. L’ho visto in una sola occasione negli Stati Uniti e se non è stato possibile farlo altre volte non è stato per colpa mia. Ma mai mi sono augurato che le cose andassero male a lui ed al Barça”.

ILLAZIONI – Guardiola ha anche smentito alcune frasi che il vice-presidente del Santos gli ha attribuito a proposito del neo-acquisto del club catalano, Neymar, inerenti a delle presunte difficoltà nelle quali Vilanova si imbatterebbe per far coesistere il talento brasiliano e Leo Messi: “Non conosco questo signore, non ci ho mai parlato. Invece ho avuto negli ultimi anni un paio di incontri con Neymar e nell’ultima occasione in cui ci siamo visti gli ho chiesto se fosse disponibile a raggiungermi al Bayern Monaco e lui mi ha risposto che era già d’accordo col Barcellona. Ma mai abbiamo discusso di Vilanova”.