SHARE

ARGENTINAIn vista dell’amichevole contro l’Italia in programma a Roma il prossimo 14 agosto, il c.t. Alejandro Sabella ha convocato ben 9 giocatori del nostro campionato. Ecco chi sono.

Quanta Italia in Argentina!

Non stiamo parlando di emigranti in cerca di fortune in Sud America, ma della nazionale di calcio guidata da Sabella. Sono ben 9, quasi un’intera squadra, i giocatori che militano in Serie A appena convocati per l’amichevole contro l’Italia del 14 agosto.

L’incontro, organizzato congiuntamente dalle federazioni dei due paesi per rendere omaggio al pontificato del Santo Padre, vedrà come protagonisti, dunque, molti giocatori già abituati a calcare il campo dello stadio “Olimpico”. Dei 22 convocati, quasi la metà giocano nel belpaese: alcuni sono appena arrivati, altri, un po’ a sorpresa, non sono protagonisti con le proprie squadre di club. Un altro, poi, non è stato convocato nonostante il nome altisonante.

A difesa della porta dell’ Albiceleste, Sabella ha scelto di piazzare ben 2 portieri “italiani” dei 3 totali: Romero e Andujar, titolari di due squadre di tutto rispetto (Samp e Catania), ma non certo di primo piano. In difesa Campagnaro e Fernandez magari potranno confondere gli avversari in campo parlando in dialetto napoletano. Il primo è appena passato all’Inter dopo 4 anni al Napoli, il secondo è un giocatore dei partenopei dal 2011, ma misteriosamente ha collezionato solo una ventina di presenze finora: chissà che Benitez non gli dia finalmente spazio. A far compagnia ai due troviamo poi altri giocatori in odore di Serie A, come Rojo dello Sporting Lisbona, oppure che hanno militato in Italia nel recente passato (si pensi al biondo Coloccini, ex Milan ora al Newcastle).

A centrocampo c’è poi il nerazzurro Ricky Alvarez, assente in nazionale da quasi due anni e in cerca di continuità dopo essere andato troppo a corrente alternata nelle prime 2 stagioni interiste, accompagnato dal neo acquisto della Lazio Lucas Biglia, cui Petkovic affiderà le chiavi del centrocampo biancoleste.

È davanti però che spiccano i nomi più attesi. A far compagnia al fenomenale Messi e all’ex napoletano Lavezzi, troviamo un trio di attaccanti da leccarsi i baffi: Palacio (Inter), Lamela (Roma) e Higuain (Napoli) sono tra i calciatori più attesi in vista della prossima stagione. Il primo, ripresosi dall’infortunio, vuole continuare ad essere decisivo come nella passata stagione, Erik è in ascesa e nell’imminente campionato ha tutte le possibilità di  consacrarsi come uno dei giocatori più forti d’Europa, mentre El Pipita è chiamato ad ereditare la maglia di Cavani ed è stato, per il momento, il miglior colpo di mercato fatto da una squadra italiana assieme ad un altro, sempre argentino: Carlos Tevez.

L’Apache, assieme ad Aguero (infortunato), è il grande assente nella lista di Sabella. Il neo acquisto della Juventus però non sarà rimasto certamente sorpreso. Ecco, infatti, quanto dichiarato da Carlitos pochi giorni fa:

“So già che non farò parte della selezione per il Mondiale. Sabella non mi ha mai chiamato da quando è è alla guida dell’Argentina: non so perchè si rifiuti di prendermi in considerazione, forse ha paura di me. Non è vero quello che dice la stampa, non vengo escluso dalla nazionale per un dualismo con Messi, anzi, penso che potremmo giocare molto bene insieme. Comunque non mi manca la nazionale, e quando sarà il momento tornerò a giocare in Argentina, ovviamente al Boca”.

Musica per i tifosi bianconeri che si troveranno in casa un giocatore sempre fresco e mai affaticato dalle trasferte oltre oceano cui saranno chiamati praticamente tutti i suoi connazionali che giocano in Italia.