SHARE

1336320-diamanti-bologna

L’inizio del campionato si avvicina, e con esso l’asta del Fantacalcio: chi saranno i bidoni di quest’anno e chi le promesse mantenute? Con quale modulo giocheranno le squadre, chi saranno i titolari? Cercheremo di spiegarvi tutto questo nelle nostre Fantanalisi, in cui metteremo al microscopio le squadre di A per due volte al giorno, a pranzo e a cena: quest’oggi partiamo con Atalanta e Bologna!

MISTER E MODULO- Il Bologna ha confermato mister Pioli dopo la tranquilla salvezza ed il gioco a tratti spumeggiante espresso lo scorso anno. Il faro del gioco emiliano era e sarà anche per questa stagione Alessandro Diamanti, che il Bologna è riuscito a blindare respingendo assalti di Juve, Milan ed Inter. Con lui ci sarà Rolando Bianchi, che ha preso il posto di Gilardino ritornato al Genoa, ed il greco Konè, esploso la scorsa stagione a suon di gol pesantissimi. Da mettere in risalto anche la conferma di Taider, anche se l’Inter non molla e potrebbe sferrare nuovi attacchi. Pioli sta preparando diversi moduli, vista la duttilità dei suoi giocatori, ma il suo Bologna dovrebbe partire con un 4-2-3-1.

BOLOGNA (4-2-3-1) Curci, Garics, Sorensen, Antonsson, Morleo, Taider, Khrin, Christodoulopoulos, Konè, Diamanti, Bianchi.

Con gli stessi uomini, potremmo vedere anche una sorta di 4-3-2-1 con Konè arretrato sulla linea dei centrocampisti e Diamanti e Christodoulopoulos a sostegno del bomber Bianchi.

CONSIGLIATI– Come già detto, non si può rinunciare ad Alino Diamanti. E’ un centrocampista puramente offensivo, calcia punizioni, rigori e angoli promettendo gol ed assist. Bianchi può essere un’ottima spalla ed un concreto realizzatore, un attaccante che in una fanta-rosa può benissimo essere una terza punta di lusso. Konè ha dimostrato di saper spaccare in due le partite e la sua incostanza può essere facilmente aggirata acquistando delle alternative di livello. Per la difesa, Antonsson è un acquisto affidabile, ma occhio al costante ballottaggio con Natali.

SCONSIGLIATICherubin non è nè un terzino, nè un difensore centrale: viene chiamato spesso a tappare i buchi ma non vi riesce sempre con successo. Morleo è un terzino di spinta, ma i suoi piedi non esattamente educati difficilmente vi regaleranno assist. Christodoulopoulos è un’ala che corre molto, ma spesso a vuoto. Se volete un giocatore che vi assicuri bonus, andate altrove.

SCOMMESSE– La scommessa numero 1 è Sorensen: il giovane danese si è imposto tra i più esperti compagni, gode della stima del mister e può giocare sia da terzino che da centrale. Pericoloso sui calci da fermo e sicuro del posto da titolare, può essere un acquisto a poco prezzo che potrebbe rivelarsi un affare. La seconda scommessa riguarda l’idolo del web Moscardelli: nonostante venga costantemente preso in giro, è un giocatore abbastanza sottovalutato. Non dovrebbe partire titolare, ma potrebbe ritagliarsi il suo spazio e segnare diverse reti. Può giocare anche al fianco di Bianchi, anche se il suo ruolo, per ora, è quello del vice.

GIOCATORE MANTRA: Il giocatore mantra del Bologna è sicuramente Konè: il greco ha spiccate qualità offensive, verrà spesso impiegato sulla trequarti ed il suo ruolo mantra è Cc/T. Un giocatore come lui schierato sulla linea dei centrocampisti può di sicuro essere un’arma in più. Da tenere in considerazione anche Cherubin: l’abbiamo inserito tra i non consigliati, ma con il mantra il discorso cambia. Può essere impiegato come Dc, Ds e Dd: questo alto livello di duttilità può di certo fare comodo a chiunque.