SHARE

christian-abbiati

Christian Abbiati è diventato il totem dello spogliatoio del Milan dopo l’addio di Massimo Ambrosini. All’edizione odierna de “Il Corriere dello Sport” l’estremo difensore di Abbiategrasso dichiara: “La squadra ha voglia di tornare a vincere qualcosa d’importante. Per noi stessi, per la società e per i nostri tifosi. I segnali sono incoraggianti. E per fare ciò dovremo avere più regolarità nei risultati. La Juventus riesce a vincere perché in due anni ha perso soltanto due partite.

CHAMPIONS “Non possiamo fallire il passaggio alla fase ai gironi. Farci fermare dal Psv sarebbe un danno incredibile. Gli olandesi sono alla nostra portata”.

PROGRESSI “Rispetto ad un anno fa siamo decisamente avanti. Ad eccezione dei primi 33′ contro il Manchester City abbiamo fatto bene”.

BALOTELLI – “Ha portato entusiamo ma soprattutto ci ha permesso di arrivare terzi con i suoi gol”.

MONTOLIVO  “La fascia è in buone mani, anche se devo ammettere che mi sarebbe piaciuto averla. Ma avendo 36 anni sono ormai al termine della carriera. E’ giusto cosi”.

SHEVCHENKO – “Mi ha sempre impressionato, se potessi riporterei lui in squadra”.

DERBY – “Cercheremo di sfatare il tabù, bisogna tornare a vincere”.

ADDIO SENATORI – “Al tavolo sono rimasto da solo. Inzaghi, Ambrosini, Nesta, Gattuso, Pirlo non ci sono più… questo mi traumatizza un po'”.