SHARE

matteo lavati

Matteo Lavati, giornalista di Sky Sport 24, è intervenuto ai microfoni di Maidirecalcio per parlare del nuovo campionato di serie A e del mercato delle italiane:

SCUDETTO – “La Juventus resta la squadra da battere: la base dell’ anno scorso era ottima, e il mercato l’ha vista rafforzarsi con due attaccanti di caratura europea (Tevez top player che aspettavano i tifosi). Conte fa bene a tenere la guardia alta perché anche quest’ anno l’ unico avversario della Juve sarà la Juve. In uscita non ha perso tanto (Giaccherini e uno tra Matri e Quagliarella partirà). Il Napoli ha perso Cavani ma l’ha rimpiazzato con Higuain che ricordiamo è stato protagonista a Madrid nelle ultime 4 stagioni, anche se oscurato da Benzema. Il Milan si aggrappa a Balotelli. Vedo più combattuta la lotta al secondo posto tra Milan e Napoli piuttosto che una delle due con la Juventus. Ma il campo parlerà e le sorprese sono sempre, sempre dietro l’angolo.

MERCATO – “Fiorentina regina del mercato, Gomez è l’attaccante che Montella aveva bisogno, e con tutti i buonissimi giocatori che ha a centrocampo e sugli esterni lotterà per la champions e anche in Europa league può andare avanti. Male le romane, la Roma non mi spiego perché voglia smantellare il reparto offensivo avendo comprato un giocatore come Gervinho che non farà la fortuna di Garcia.

BOMBER– “Balotelli capocannoniere seguito da Di Natale”.

NEOPROMOSSE – “Sassuolo e Livorno hanno cambiato poco. Nel calcio vale la regola “gruppo che vince non si cambia” ma la Serie A non da scampo: darwinianamente parlando chi meglio si adatta sopravvive. Saranno loro tre (Verona compresa) a giocarsi la permanenza in A, e attenzione alle solite Chievo, Genoa, Sampdoria, Cagliari e Bologna. Parma invece può tornare stabilmente nella colonna di sinistra della classifica”.

LA SORPRESA – ” Il Parma”

LA SCOMMESSA – “La scommessa più grande l ha tra le mani Mazzarri: il progetto giovani, come va di moda parlarne, sarà la forza e il problema del Inter di quest anno. Le potenzialità ci sono, se poi Milito, Cambiasso, Hamdanovic e Ranocchia fanno il loro mi aspetto una stagione positiva”.

IL LIVELLO DELLA SERIE A – “Il livello peggiora, solo per un motivo economico: i soldi girano altrove e la qualità è dove ci sono le risorse economiche. Il fascino rimane per fortuna”.