SHARE

BELGIUM SOCCER JPL DAY 13 ANDERLECHT VS AA GENT

Si chiama Massimo Bruno, sua madre è di Napoli e suo padre di Catania ma lui è belga. Lo sa bene la nazionale under 21 italiana del neo tecnico Gigi Di Biagio che, non più tardi di due giorni fa, se lo vedeva sfrecciare da tutte le parti. Bruno è una punta esterna dell’Anderlecht dove, nonostante i 20 anni ancora da compiere, gioca in pianta stabile. Quest’anno ha realizzato già 5 reti nelle prime 6 uscite stagionali oltre all’exploit in nazionale contro gli azzurri. Insomma, davvero niente male.

SE L’ITALIA CHIAMA…- In realtà, avendo chiarissime origini italiane, Massimo potrebbe giocare anche nella nostra nazionale e magari far impazzire Di Biagio di gioia più che di rabbia. Bruno quest’ipotesi non la scarta anzi: “In teoria finchè non esordisco nella nazionale maggiore potrei essere convocato dall’Italia. Sarebbe bellissimo, mi piacerebbe molto. E’ normale che se arrivasse una telefonata dall’Italia ci penserei eccome, anche se non penso che l’Italia abbia bisogno di me”.

ITALIA AMORE MIO- Indipendentemente dalla nazionale, Bruno ammira molto il campionato italiano e confessa che il suo sogno sarebbe quello di giocarci: “A chi non piacerebbe? La serie A è un campionato importantissimo che ammiro molto, in più le mie origini mi hanno sempre fatto avere un occhio di riguardo per l’Italia. Fin da piccolo ho sempre tifato Juventus, è una passione che mi hanno trasmesso i miei genitori”. Ma dell’Italia, Bruno non ama solo il calcio: “L’Italia è il Paese più bello del mondo. L’ultima volta che sono tornato in Sicilia è stato 5 anni fa ma la mia infanzia l’ho trascorsa spessissimo al mare, d’estate, a Catania, Mi piacerebbe tornarci più spesso ma purtroppo col calcio ho poco tempo”.

SHARE