SHARE

_67490240_165110124

Dopo l’ennesimo campionato vinto, il Manchester United ha dovuto far fronte alla perdita più dolorosa degli ultimi 25 anni. E’ stata sicuramente dura, ma prima o poi doveva succedere: Sir Alex ha deciso di dire addio alla panchina dei Red Devils, incoronando come suo successore lo scozzese ex Everton David Moyes. Il rendmento sul campo non sembra aver avuto sostanziali cambiamenti, con la squadra di Manchester che ha trionfato in Community Shield, ha vinto la prima in campionato, pareggiato con il Chelsea di Mou e perso (meritatamente) in casa del Liverpool. La mancanza di Sir Alex si è cominciata a sentire durante la finestra di mercato: gli altisonanti nomi di Fabregas, Ronaldo, De Rossi e Thiago Alcantara sono man mano sfumati, a differenza degli altri top club di Premier che hanno portato a casa campioni di primo livello.

Il mercato si è concluso con il solo acquisto di Fellaini, pupillo del tecnico, già seguito in passato e pagato circa 27.5 milioni di sterline. Anche l’ultimo giorno di mercato è terminato nel peggiore dei modi, visto il rifiuto da parte dell’Everton di un’offerta di 20 milioni per Baines ed il fallimento dell’operazione Coentrao (praticamente già preso) per firma oltre tempo massimo. Beh, almeno è arrivato Fellaini…ma è arrivato a fine mercato per ben 4 milioni in più rispetto alla sua clausola rescissoria valida fino al termine di Luglio. Che dire, un fallimento su tutta la linea.

Sul tavolo degli imputati è finito anche il nuovo vice presidente Ed Woodward, che ha fatto crollare i sogni di merchandising della proprietà americana accostando ai Red Devils grandi campioni poi mai arrivati. I parsimoniosi Glazer, abituati al fiuto per gli affari di Ferguson ed agli introiti garantiti dalle sue vittorie, hanno iniziato a storcere il naso temendo per il buon esito dei loro investimenti. Come se non bastasse sono iniziati a crescere malumori anche nello spogliatoio: Van Persie avrebbe criticato i metodi del nuovo tecnico rimpiangendo Sir Alex ( come dargli torto), mentre Phil Jones ha invece difeso Moyes esaltandone la passione e la dedizione al lavoro. I Glazer non si aspettano certo un anno di assestamento: lo United è un top club e tale deve rimanere anche senza Ferguson. Proprio per questo motivo sia Moyes che Woodward sono stati chiamati a rapporto nel quartier generale della famiglia, per chiarire davanti alla presidenza le idee un pò confuse di inizio stagione. Che la strigliata della proprietà serva a movimentare le cose per il mercato di gennaio?