SHARE

Pietro Mennea

Nella giornata di ieri si è svolto un evento in onore di Pietro  Mennea, che 34 anni fa stabilì il primato mondiale nei 200 con 19” 72. Il luogo scelto per l’incontro delle grandi glorie sportive è storico e ricco di ricordi: lo Stadio dei Marmi di Roma, che d’ora in poi avrà accanto anche il nome di Pietro Mennea, ex campione dell’atletica scomparso il 21 marzo scorso. A coadiuvare il memorabile evento c’era il neo eletto Presidente del  Coni Giovanni Malagò.

Nel Mennea day tutti i grandi campioni, di oggi e di ieri, dell’atletica o di altri sport, hanno voluto rendere omaggio all’italiano più veloce della storia. Tommie Smith e Alberto Juantorena, idoli stranieri dell’atletica che fu. Sara Simeoni, atleta nonché grande amica di Pietro. All’appello anche gli italiani dell’atletica di oggi, pronti a prendere ispirazione dalle vittorie passate per progettare quelle future. Howe e Donati, i nomi di spicco. Ma sullo scenario di festa erano presenti anche le ex stelle degli altri sport. Da Nino Benvenuti, campione della boxe, ad Adriano Panatta, guru del tennis nostrano. Queste le parole del Presidente Malagò: “Lo Stadio dei Marmi è il luogo perfetto per rappresentare ciò che è stato Pietro Mennea. Molti giovani ogni giorno vengono a fare sport qui, in questo tempio, e ora sarà associato per sempre al nome di Mennea”. A concludere la giornata festosa una ciliegina che farà piacere a tutti i sostenitori di Mennea: sarà inserita e cementata una stele insieme ad una statua di marmo regalata dalla città di Massa. Il campione di Barletta sarà così insignito nell’Olimpo dei grandi.