domenica, Dicembre 5, 2021

Latest Posts

Stefano Borghi: “Inter di qualità. Liverpool da osservare. In Ligue 1 mi piace Waas”

Liverpool v Stoke City - Premier League

Immaginate di trovarvi in un bel pub inglese, ordinate una bella pinta di birra da sorseggiare per voi e per chi vi sta accanto: Stefano Borghi, il più grande telecronista italiano in circolazione, la voce di tanti derby argentini, di tante partite di Championship e da poche settimane di Fox Sports.

Questa splendida iniziativa di MDC permette ai nostri utenti, attraverso i contatti Facebook e Twitter o tramite commenti agli articoli, di intervistare a tutti gli effetti Stefano Borghi. Voi proponete la domanda, siete voi i giornalisti.

Ecco l’ultima sessione Q&A:

Raffaele Lafayet Di Filippo scrive: perchè il Racing ha cominciato in maniera così scadente l’Inicial? 

Il Racing è un’incredibile incompiuta. Ha una batteria di giocatori adatti a fare un campionato di vertice e provare anche a vincerlo, ma continua ad avere questa crisi che ormai dura da 10 anni, per me ha dell’inspiegabile a questo punto.

Gian Marco Porcellini e Lorenzo Solombrino scrivono: nemmeno con un Suarez in più il Liverpool può puntare a tornare in Champions? Adesso che il Liverpool sta giocando veramente bene ed ha uno Sturridge così in forma pensi sempre che non possa ambire alla Champions ?

Continuiamo ad osservare la stagione del Liverpool, io credo che, nonostante questo eccellente avvio, sia da considerare un’outsider. Continuo a pensare che per il quarto posto Arsenal e Tottenham abbiamo qualcosa in più. Bisogna vedere se riuscirà a mantenere questo tipo di standard, con l’aggiunta dell’assenza dalle coppe e con il fatto che Rodgers ha avuto un anno intero per sviluppare il suo progetto. L’infortunio di Coutinho è abbastanza importante, dobbiamo vedere come verrà inserito Suarez e con quale motivazione. Sturridge sta facendo bene, la squadra è più consapevole ed è migliore rispetto all’anno scorso, poi c’è un Lucas Leiva in più che vuole conquistare il mondiale casalingo, ma credo che per ora sia ancora leggermente indietro rispetto alle altre per la lotta Champions. Ma siamo ancora all’inizio quindi tutto è possibile.

Gabriele Bettucci scrive: chi sarà il portiere titolare dell’Argentina ai prossimo mondiali?

Romero è andato al Monaco ed ha dimostrato negli anni le proprie qualità e i propri punti deboli. Andujar ha mostrato comunque di essere all’altezza, io punterei su di lui però Sabella credo che abbia il polso della situazione a tutti i livelli e sarà una decisione last minute.

Valentino Grassi scrive: una riflessione sulla situazione “offensiva” di Mou e del Chelsea. Come gestirà tutte queste possibilità?

Ha bisogno di tempo, è una squadra molto molto giovane, ritengo che il prossimo innesto sarà di un grande centravanti, ma riguarda l’estate prossima. Ha tanto materiale su cui lavorare Mourinho, sono tutti giocatori giovani con enorme talento e immense prospettive. A me il Chelsea piace nonostante la sconfitta con l’Everton e il crollo contro il Basilea, e credo che possa giocarsi fino in fondo la Premier League. E’ al primo anno di un progetto interessantissimo e non si possono dare ancora tanti giudizi. Giocatori con l’età e la qualità di Oscar, De Bruyne, Hazard e Schurrle ce li hanno in pochi. E non dimentichiamoci Mata.

Alessandro Sbrana scrive: Roncaglia sembra aver cominciato con un nuovo piglio questa stagione, ma da gennaio scorso talvolta ha pericolose mancanze di concentrazione, come sul gol subito domenica, è un limite che aveva anche in Argentina?

Roncaglia ha avuto un impatto in Italia al di là di ogni aspettativa, anche perché in Argentina si era segnalato nell’ultima stagione come terzino destro di grande robustezza. E’ arrivato in serie A facendo una prima parte di stagione notevole e quindi ci si aspetta tanto da lui, si integra bene nel roster di Montella ma sicuramente non è il miglior difensore del campionato anche se è affidabile.

Piero Masia scrive: la mia Inter ha fatto poco mercato, in questa sessione. Può essere la variante di questo campionato? So che siamo solo all’inizio, ma la mano di Mazzarri c’è già, e il merito del tecnico sta nell’aver rivitalizzato giocatori in passato ritenuti un peso morto (Alvarez) e negli esterni che corrono. Mi pare di aver visto un salto di qualità e di cogliere una maggior disponibilità dei giocatori a seguire i suoi dettami.

L’Inter di quest’anno mi piace molto. E’ una squadra di buonissima qualità e può fare un buon campionato, Mazzarri ha messo subito la sua mano, si è fatto sentire e ha dato struttura e personalità al gruppo recuperando giocatori che possono essere utilissimi in questa squadra, come Alvarez che come ho sempre detto aveva solamente un pochino di tempo. Credo sia una stagione di consolidamento e poi con poco lavoro l’anno prossimo potrà tornare ai vertici. Mazzarri ora dovrà pensare ad un modulo che possa dare equilibrio schierando due punte e Alvarez, quindi Palacio – Milito con dietro Alvarez. Sarà una stagione con qualche incostanza ma il progetto è davvero ben costruito.

Piero Masia scrive: un giudizio sul portiere messicano Ochoa, dell’Ajaccio…piuttosto appariscente e pure lui non troppo costante. E su Brice Dja Djedje dell’Evian, esterno destro che ha corsa, gamba e – a mio parere – notevole visione di gioco, e che si integra bene a destra con Daniel Waas e Barbosa.

Dja Djedje è un terzino sinistro davvero interessante. Corre, con qualità notevole e nell’ultimo turno ha fatto un meraviglioso gol su punizione di destro, quindi ha colpi importanti. L’Evian ha una grande squadra con una conformazione offensiva impressionante. Waas è un altro giocatore che segnalerei, l’ho visto giocare in Nazionale e con la maglia del Brondby come terzino destro. Adesso è esterno offensivo nel 4-2-3-1 nell’Evian e nell’ultimo turno della Ligue 1 ha dato un bellissimo assist di tacco. Ci sono dei bei giocatori nella squadra francese, offensivamente fa un calcio davvero piacevole.
Ochoa ha un ventaglio di caratteristiche notevole, è un portiere su quale io ho sempre scommesso. L’Ajaccio è una squadra di battaglia e lui non si tira indietro anche se si è un pochino involuto nella tecnica ma è un portiere di presenza e di grande elasticità fisica.

CHEERS!

Ringraziamo ancora una volta Valerio Morresi amministratore della fan page di Facebook “Stefano Borghi commentatore numero uno d’Italia” che ci aiuta a raccogliere tutte le domande da rivolgere a Stefano e unica fan page in contatto con Stefano Borghi. Continuate a seguirci per non perdere il prossimo numero di “Una Pinta con Borghi” , ci trovate su Facebook, Twitter oppure abbonandovi gratuitamente ai nostri Feed Rss.

PER LEGGERE I NUMERI PRECEDENTI CLICCA QUI

Latest Posts

Don't Miss