SHARE

Ze-Eduardo

Vi ricordate di José Eduardo Bischofe de Almeida meglio noto ai più col nome di Zè Eduardo? Arrivato in Italia nell’estate del 2011 come punta di diamante della campagna acquisti del Genoa, in quanto nell’ultima stagione al Santos, Zè Eduardo conquistò la Copa Libertadores da protagonista insieme al connazionale Neymar. Infortuni muscolari, frattura da stress al piede e un’infiammazione all’appendice che lo costringe ad un’operazione gli fanno saltare la prima parte della stagione in Italia e da qui in poi è un calvario passato fra il prestito infruttuoso a Siena e il ritorno anonimo a Genova passato ai margini della squadra. Triste storia quella di “Ze Lovè” che ha in Italia un solo gol all’attivo e tanti, troppi infortuni che ne hanno pregiudicato la carriera.

Ma che fine ha fatto Zè Eduardo?

L’attaccante è uscito allo scoperto, sfogandosi sul social network Twitter: “Mi dispiace per tutto quello che mi è successo a Genova, quindi vorrei dire a tutti quello che Genoa sta facendo per me non è degno di un giocatore, purtroppo ho avuto la sfortuna di infortunarmi 15 giorni dopo aver vinto la Libertadores e passare un anno senza giocare. Indipendentemente da qualsiasi cosa continuerò a lavorare desideroso di poter dimostrare il mio valore, non sono venuto qui per essere trattato come un mostro ed è ciò che accade a me qui. Ho un grande affetto per i tifosi rossoblù, voglio dimostrare  a tutti chi è Zè Eduardo”

Tralasciando l’italiano, ancora balbettante, emerge il fatto che “Zè Love” vuole davvero rilanciarsi in maglia rossoblù e per farlo cerca il sostegno dei tifosi a cui nonostante tutto è ancora molto legato.