SHARE

gattuso

Le strade di Rino Gattuso e del Palermo di separano. Non è ancora arrivata l’ufficialità ma l’esonero dell’ex centrocampista del Milan dalla guida tecnica dei rosanero sembra ormai cosa certa, con il presidente Zamparini che addirittura avrebbe assistito alla sconfitta patita ieri per 2-1 in casa del Bari assieme a Beppe Iachini, il probabile sostituto di Ringhio. Fatale per Gattuso quindi la terza sconfitta in sei gare di campionato.

TUTTE BALLE – Le testuali parole del presidente Zamparini, che a proposito tuona: “Sono tutte balle, non c’è nessun esonero, con Iachini non ho parlato”, ma c’è chi giura che in nottata ci sia già stata una riunione tecnica tra dirigenza e nuovo mister per gettare le basi dell’accordo, un biennale. E Gattuso diventerà a breve l’allenatore numero 20 esonerato in 11 anni di gestione Zamparini.

CURRICULUM – Iachini, in passato centrocampista proprio al Palermo, dovrebbe essere presentato già oggi. Come allenatore vanta ben tre promozioni in Serie A, con Chievo, Brescia e Sampdoria. A lui, come a Gattuso, verrà chiesto di vincere subito. Nel frattempo Christian Panucci, in società per appena un mese l’anno scorso prima di lasciare a causa di contrasti con lo stesso Zamparini, dichiara: “In un altro ambiente Gattuso avrebbe potuto mettere le cose a posto, a Palermo non ci sarà mai tempo fino a quando c’è Zamparini. Lui ascolta sempre duecento persone, è un insicuro e cambia per paura di sbagliare. Quelli bravi che fanno di testa propria non gli piacciono. Preferirebbe mettere un filippino ad allenare piuttosto, farebbe prima”.