SHARE

napoli sassuolo

Brutto Napoli questa sera al San Paolo. Il Sassuolo gioca un buon calcio e strappa così un pareggio che vale oro, soprattutto dopo la cocente sconfitta con l’Inter. Gli azzurri passano in vantaggio con un gran gol di Dzemaili, ma dopo pochi minuti Zaza risponde con una perla deliziosa. Finisce uno a uno tra Napoli e Sassuolo.
PRIMO TEMPO – Il Napoli scende in campo motivato e cerca già dai primi minuti, come contro il Milan, il gol del vantaggio. Al 7’ Higuain calcia verso la porta di Pegolo, che respinge agevolmente in calcio d’angolo. Il Sassuolo vuole riscattare la brutta prova contro l’Inter: al 9’ ci prova Zaza ma la sua conclusione si spegne oltre la traversa. Gli azzurri non hanno fretta, cercano così di trovare il varco giusto per colpire ed al 15’ arriva il gol del vantaggio: la palla, dopo una serie di rimpalli, arriva sui piedi di Dzemaili, che da fuori area, fa partire un missile su cui Pegolo non può nulla. Gli azzurri trovano il gol del vantaggio tanto sperato. Passano appena cinque minuti e il Sassuolo pareggia: al 20’ Zaza da posizione defilata fa partire un bolide che si infila sotto la traversa battendo l’incolpevole Reina. Gli uomini di Di Francesco si chiudono dietro e sfruttano le ripartenze. La squadra azzurra cerca di imbastire di nuovo gioco per sfruttare la superiorità numerica, superando l’arcigna difesa neroverde. Al 25’ bellissimo uno-due Mertens-Hamsik ma la conclusione dello slovacco viene deviata in calcio d’angolo. La coppia difensiva degli azzurri rischia al 27’ quando Zaza ha sui piedi l’occasione per raddoppiare: prima Mesto sulla linea, poi Reina salvano il risultato. Occasione ghiotta per l’ex attaccante dell’Ascoli. Gli azzurri non trovano gli spazi per colpire, mentre il Sassuolo si chiude bene nella propria trequarti con Kurtic molto bravo a fare da collante ai due reparti. Il primo tempo finisce in perfetta parità.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con un Sassuolo più vivo rispetto agli uomini di Benitez che sembrano appagati dopo una settimana di successi e vittorie. Gli uomini di Di Francesco hanno più fame e si vede. Al 50’ i neroverdi si fanno pericolosi dalle parti di Reina, ma il portiere spagnollo blocca con sicurezza. Il Napoli ha l’occasione per passare in vantaggio al 56’ con Fernandez, che a due passi da Pegolo, colpisce il portiere ex Siena. Dopo questo pericolo, il Sassuolo si difende e riparte in contropiede cercando di colpire la retroguardia azzurra, lenta e impacciata. Al 59’Berardi si rende pericoloso ma Cannavaro salva sulla linea di porta. Gli azzurri, dal loro canto, cercano di fare gioco con Inler e Dzemaili, ma la quantità di palloni persi a metà campo è impressionante. Il gioco risulta spezzettato e molte volte i centrocampisti azzurri con l’aggiunta di Hamsik risultano senza idee propositive. Gli azzurri soffrono a dispetto di un Sassuolo ben messo in campo, che in diverse occasioni cerca anche di vincere la partita. Al 83’ Kurtic potrebbe chiudere il match con un insidioso colpo di testa ma Reina devia in corner. Negli ultimi minuti di gioco la pressione del Napoli sale: al 87’ Insigne dal limite d’area calcia malamente e la sua punizione sulla barriera. Gli azzurri cercano di vincere il match negli ultimi minuti di gioco, ma le azioni degli uomini di Benitez vengono preparate frettolosamente e senza un minimo di logica.
Il Sassuolo strappa così un pareggio preziosissimo al San Paolo. Benitez, dopo una settimana di grandi vittorie, pareggia un match alla portata di questo Napoli. Ora si pensa al Genoa, reduce dalla sconfitta contro l’Udinese e anche la squadra di Liverani è affamata di punti proprio come il Sassuolo di questa sera.
Napoli (4-2-3-1): Reina; Mesto, Fernandez, Cannavaro, Armero; Inler, Dzemaili; Pandev (63′ Callejon), Hamsik, Mertens (75′ Insigne); Higuain. A disp.: Rafael, Colombo, Albiol, Britos, Behrami, Radosevic, Uvini, Bariti, Zapata. All.: Benitez
Sassuolo (3-5-2): Pegolo; Antei (79′ Rossini), Acerbi, Bianco; Longhi, Kurtic, Magnanelli, Laribi; Schelotto (58′ Marzorati), Zaza, Berardi (84′ Missiroli). A disp.: Pomini, Rosati, Pucino, Masucci, Cribsah, Ziegler, Alexe, Floro Flores, Farias. All.: Di Francesco
Arbitro: Doveri (Assistenti di linea: Stallone e Meli. Quarto uomo: Musolino. Arbitri addizionali di linea: Baracani e Candussio)

Reti: 15′ Dzemaili , 20′ Zaza
Ammoniti:Fernandez, Inler, (N), Marzorati, Laribi (S)
Recupero: 2’ pt, 4 st