SHARE

Jonathan Inter

L’Inter schianta la Fiorentina con un 2-1 in rimonta ed aggancia Napoli e Juventus a solo due punti dalla Roma capolista. Quella plasmata da Walter Mazzarri sembra una favola: i due giocatori più bistrattati, presi in giro e bollati di palese inadeguatezza la scorsa stagione sono due delle pedine più importanti di questo inizio di stagione. Ricky Alvarez e Jonathan Cicero Moreira sembrano altri due giocatori, il piattone sbagliato nel derby e il coro “Taxi for Jonathan” sono solo un brutto ricordo.

L’allenatore glissa però sul sogno Scudetto: “Non siamo una squadra da Scudetto, la Fiorentina invece si, è un complimento per loro che hanno grandissimi calciatori in rosa. A Montella farò una lezione di economia più avanti perchè non ha capito come si deve valutare il monte ingaggi“, piccante risposta al mister Viola che aveva dichiarato che l’Inter ha il terzo monte ingaggi della Serie A.

Complimenti per Ricky Alvarez, che sembra rigenerato dalla cura Mazzarri: “Ha caratteristiche simili ad Hamsik, può giocare in tutte le zone del campo. Guarin deve invece forgiarsi, le cose non sempre vanno per il verso giusto. Comunque credo si sia già scusato“.

Inevitabile il paragone con l’ultimo allenatore rimasto nel cuore dei nerazzurri, quel Mourinho la cui ombra ha schiacciato gli allenatore prima del livornese: “Il portoghese è un ottimo allenatore con cui ho ottimi rapporti, ma lui fa il suo gioco e io faccio il mio. Lui aveva giocatori diversi, l’unica similitudine è lo spirito di abnegazione del gruppo“.