SHARE

 

pandev

Un buon Napoli, soprattutto nel primo tempo, ha la meglio su un Genoa disordinato e arruffone. Terza vittoria consecutiva in trasferta per gli azzurri grazie ad una doppietta di Goran Pandev che a sorpresa prende parte dal primo minuto al posto di Marek Hamsik. Altra novità il debutto di Duvan Zapata dal primo minuto, a fargli spazio è Gonzalo Higuain, tenuto a riposo per il match di martedì di Champions. Tra gli uomini di casa Liverani rinuncia a Lodi e schiera a centrocampo Kucka – Matuzalem – Biondini, in avanti Calaiò accanto a Gilardino.

PRIMO TEMPO – Dopo una fase di studio il Napoli pian piano prende in mano il pallino del gioco e alla prima occasione utile, grazie al macedone, passa in vantaggio. E’ il 13′ , passaggio sbagliato di Kucka che permette a Pandev di involarsi da solo in area, sinistro piazzato e Perin battuto. Il Napoli non ripete l’errore fatto mercoledì contro il Sassuolo e continua a dettare il ritmo. L’impressione è che ad ogni accelerazione gli uomini di Benitez possono far male, davanti un Genoa che con l’assenza di Lodi (inspiegabilmente in panchina) fatica a creare e a rendersi pericoloso. Al 25′ ecco il bis. Pandev riceve da Insigne, favorito anche da un rimpallo, e in posizione leggermente defilata incrocia con il destro, 0-2 e doppietta per il macedone. Liverani corre subito ai ripari e inserisce Stoian per Gamberini passando al 4-4-2. Il rumeno anima un po’ i rossoblu che grazie alle sue incursioni si affaccia in area azzurra, ma le occasioni da gol latitano.

SECONDO TEMPO – L’ingresso di Fetfatzidis e un pizzico di aggressività permettono al Genoa nella seconda frazione di provare più volte il tiro dalla distanza. Prima Kucka poi lo stesso greco tentano da fuori area ma la palla è lontana dallo specchio della porta. Nel Napoli Raul Albiol, per un piccolo problema muscolare, lascia il posto a Paolo Cannavaro e i due centrali azzurri faticano a trovare le giuste distanze. Tanti i cross in mezzo ma il Genoa non riesce a trovare il guizzo giusto. Ci prova Calaiò a 20 dal termine ma il suo colpo di testa esce di poco a lato. Gli azzurri provano ad approfittare dell’assetto super offensivo del Genoa ma sprecano due volte. Prima con Callejon e poi con Higuain, entrato al posto del colombiano Duvan, che non serve al meglio lo spagnolo dopo un coast to coast. La partita si trascina fino ai minuti di recupero dove il Pipita da buona posizione non inquadra la porta.

IL TABELLINO DEL MATCH:

Genoa (3-5-2): Perin; Gamberini (37′ Stoian), Portanova, De Maio; Vrsaljko, Biondini, Lodi, Matuzalem (60′ Fetfatzidis), Antonini (46′ Santana); Calaiò, Gilardino. A disposizione: Bizzarri, Donnarumma, Sampirisi, Kucka, Cofie, Konatè, Centurion. All. Liverani

Napoli (4-2-3-1): Reina; Zuniga, Albiol (46′ Cannavaro), Britos, Armero; Inler, Behrami; Callejon, Insigne; Pandev (81′ Dzemaili); Zapata (58′ Higuain),. A disposizione: Rafael, Colombo, Cannavaro, Mesto, Fernandez, Radosevic, Mertens, Hamsik. All. Benitez

Arbitro: Damato

Marcatori: 14′ Pandev, 25′ Pandev

Ammoniti: Mesto, Higuain (N), Matuzalem (G)

Espulsi: