SHARE

Etoo27

Samuel Eto’o è arrivato al Chelsea durante l’ultima finestra di mercato, dopo aver rescisso il contratto con l’Anzhi e dopo aver attirato le attenzioni dei club più importanti d’Europa. Dopo le prime presenze, però, il camerunense deve ancora trovare la forma migliore e soprattutto i goal che gli  permetterebbero di guidare realmente l’attacco dei Blues, sembrati sotto tono in queste ultime gare.

L’attaccante, dopo la panchina contro il Tottenham, era stato messo in discussione dalla stampa, che forse gli preferiva il tanto criticato Torres, ma con l’infortunio di quest’ultimo (fuori almeno 3 settimane) Eto’o potrà dimostrare il suo vero valore.

Il primo a difendere Samuel Eto’o è stato il suo tecnico Mourinho, che l’ha voluto fortemente e che ha trascorso con lui un periodo d’oro nell’Inter campione d’Italia e d’Europa.

“Quando abbiamo preso Eto’o ho confermato di conoscere il giocatore e il suo atteggiamento professionale, ma non avevo idea di quello che era successo in Russia negli ultimi anni.”

“Solitamente quando un Top Player va in Russia la pressione scende e così anche le motivazioni e la condizione fisica. Ora Eto’o è tornato nell’ambiente calcistico più competitivo del mondo e ha bisogno di un po’ di tempo per rimettersi in forma. Sta giocando tanto e sta capendo man mano il suo ruolo in questa squadra. Anche per un giocatore come lui la Premier League è un salto nel vuoto. Quindi concediamogli più tempo per ambientarsi prima di criticarlo.”

Con queste belle parole Mourinho sembra sicuro del suo organico e confida ciecamente in Eto’o, ma dagli ultimi rumors che vorrebbero Benzema al Chelsea a gennaio, l’africano sembrerebbe messo già in discussione. Staremo a vedere come si evolverà la situazione e come deciderà di agire il portoghese sul mercato invernale dei Blues, che per ora sono confinati al quinto posto della Premier.