SHARE

roma

 

Una Roma meravigliosa. I giallorossi chiudono il primo tempo in vantaggio per tre a zero contro una buona Inter. Poi nella ripresa i giallorossi limitano a non concedere azioni pericolosi ai nerazzurri.
Una doppietta di Totti e il gol di Florenzi regalano a Garcia la settima vittoria consecutiva e, anche questa sera, De Sanctis non subisce reti. L’Inter inizia bene, Guarin prende un palo clamoroso ma poi cala alla distanza.

PRIMO TEMPO – Il match inizia con ritmi blandi con le due squadra che si studiano prevalentemente nella zona mediana del campo. Dopo venti minuti la Roma passa in vantaggio con un tiro fulmineo di capitan Totti: l’attaccante giallorosso fa partire un destro all’angolino, dove Handanovic non può arrivarci. E’ la prima rete subita dai nerazzurri nei primi tempi. Per Totti è il decimo centro all’Inter in serie A. La Roma continua a orchestrare con i suoi centrocampisti dai piedi buoni e i nerazzurri fanno fatica a recuperare palloni. L’Inter però cresce e Guarin al 25′ prende un palo clamoroso con un tiro potentissimo dalla distanza. De Sanctis rimane impassibile, ma il palo lo salva. Al 40′ Gervinho viene atterrato leggermente fuori dall’area da Pereira, ma l’arbitro decreta il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta il solito capitano giallorosso che non sbaglia. Doppio Totti e la Roma vola sempre di più.  A un minuto dalla fine della prima frazione di gioco la Roma regala una ripartenza da manuale del calcio: Totti regala la palla a Strootman con un assist prezioso; il centrocampista olandese si invola nella metà campo nerazzurra e serve a Florenzi il pallone del tre a zero. I giallorossi annichiliscono Mazzarri con un tre a zero massacrante. Finisce così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – La Roma inizia sempre alla grande con un super Florenzi vicino al gol del quattro a zero con una girata che, però, viene respinta da un pronto Handanovic. I giallorossi, stanchi, calano alla distanza con i nerazzurri più motivati ad accorciare le distanze. Mazzarri manda Icardi, Kovacic e Milito  nel giro di pochi minuti ma il match non si sblocca per l’Inter. La Roma prova a colpire in contropiede con uno scatenato Gervinho, che però si fa ipnotizzare da Handanovic. La coppia difensiva della Roma erige un muro con Benatia e Castan sugli scudi e gli attaccanti nerazzurri trovano pochissimi spazi per colpire. Il match termina così zero a tre a San Siro.

Questa Roma è una seria candidata allo scudetto. 21 gol fatti e un gol subito: è un lavoro strepitoso quello fatto da Garcia durante questi quattro mesi.