SHARE

evacuo

Scoppia il caso Felice Evacuo a Benevento. L’ex attaccante di Avellino e Nocerina, dopo il match contro i Molossi (sua ex squadra), si è recato sotto la curva occupata da alcune centinaia di supporter della Nocerina per salutarli. I tifosi del Benevento lo hanno contestato pesantamente e gli hanno chiesto la restituzione della fascia da capitano.

Le dichiarazioni del patron Vigorito in conferenza stampa: “La società si scusa con la tifoseria e l’intera città. Felice Evacuo ha chiesto di rescindere il proprio contratto; in un primo momento avevamo accettato, poi, ragionando anche sulla qualità tecnica del calciatore, abbiamo preso la decisione di operare con riserva. L’atto di Evacuo, anche se non in cattiva fede, ha offeso l’intera città con l’aggravante che era il capitano. Verranno presi provvedimenti inoltre contro chi, staff tecnico e dirigenziale, poteva evitare tale situazione e non è intervenuto”.

In serata è arrivato anche il comunicato ufficiale della Curva Sud. Questo il contenuto della nota diffusa dai tifosi giallorossi: “I fatti verificatisi al termine della gara contro la Nocerina avranno le conseguenze ed il peso che meritano, senza il minimo dubbio o tentennamento: il signor Felice Evacuo entro stasera deve effettuare la rescissione del contratto senza attendere decisioni altrui; contestualmente alla rescissione è pregato di lasciare la città entro lo stesso termine. Non solo. L’eventualità che Felice Evacuo possa presentarsi alla prossima seduta di allenamento sarà considerato un affronto alla Curva Sud e come tale sarà trattato. Su quanto accaduto negli spogliatoi a riguardo delle posizioni societarie di altri elementi dello staff non nutriamo alcun interesse,rimettendoci a qualsiasi scelta venga presa. Ribadiamo il concetto nel caso fossimo stati poco chiari: Felice Evacuo deve lasciare la città entro questa sera senza farvi più ritorno”.