SHARE

muntari

I 19 secondi impiegati domenica scorsa da Sulley Muntari per portare in vantaggio praticamente all’inizio il Milan sul campo della Juventus devono sembrare un’eternità se paragonati agli appena 2 secondi impiegati dal giovane Nawaf Al-Abed, allora 17enne centravanti della squadra saudita dell’Al-Hilal, finito ufficialmente nel Guinness dei primati come autore del gol più veloce nella storia del calcio in Al-Hilal-Al Shoalah 4-0 del 2 settembre 2009. Muntari può consolarsi con il fatto di poter essere ricordato come il secondo goleador più veloce negli albi del Milan, dietro a Juan Alberto Schiaffino, in gol dopo soli 18” in Alessandria-Milan 1-5 dell’ottobre 1958.

PRECEDENTI – Appena un secondo dopo il precoce Nawaf Al-Abed c’è il brasiliano della Fluminense e della Nazionale brasiliana, l’ex Lione Fred, autore di una rete dopo soli 3,17 secondi dal fischio di inizio nella Copa São Paulo categoria Juniores, giocata allora con la maglia dell’Atletico Mineiro. Ed anche l’ex ragazzo prodigio del calcio statunitense, Freddy Adu, fu in grado di replicare tale impresa pur impiegando qualche decimo di secondo in più, sempre in un torneo juniores. Precedenti illustri in categorie ben più importanti però non mancano. Ricordiamo l’attaccante olandese Roy Makkay, “el Pistolero” ex Deportivo la Coruna e Feyenoord tra le altre, che ai tempi della sua militanza con la maglia del Bayern Monaco segnò l’1-o contro il Real Madrid il 7 marzo 2007 in un quarto di finale di Champions League che decretò poi il passaggio del turno dei bavaresi. Makaay impiegò soltanto 10,2 secondi di gioco realizzando il gol più veloce nella storia della Champions.

COSE TURCHE – Invece l’ “indimenticabile” Hakan Sukur, attaccante turco transitato in Italia con le maglie di Torino, Inter e Parma, è riuscito a scrivere il proprio nome nella storia del calcio siglando il gol più veloce in una fase finale dei Mondiali nel 3-2 della Turchia contro la Corea del Sud, durante la finale per il terzo e quarto posto nel 2002. Soltanto 11 secondi per l’ex meteora, soprannominato in patria “il Van Basten turco”.

DALLE NOSTRE PARTI… –In Serie A detentore del primato è Gianfranco Matteoli, marcatore in un Inter-Cesena del 27 novembre 1988 dopo 9,9 secondi. Fino a quando nel 2003 Paolo Poggi non gli strappò lo scettro grazie agli 8 secondi impiegati per bucare la porta della Fiorentina quando giocava nel Piacenza. Nel 2004 invece l’allora 31enne Renzo Zingales, giocatore della Torrenovese, ci mise 3,8 secondi per portare la sua squadra in vantaggio in una partita di Prima Categoria contro gli avversari della Futura. In Serie B invece Bellotto segnò il gol più veloce in Serie B dopo 12 secondi di Ancona-Salernitana in favore degli ospiti. Emanuele Giaccherini in Italia-Haiti 2-2 dello scorso 11 giugno è invece il goleador più veloce nella storia azzurra: l’ex juventino è finito sul tabellino dei marcatori dopo 19”.

LA STORIA – Cheung Sai-ho, ex giocatore della nazionale di Hong Kong morto suicida nel 2011, è stato infine l’autore del gol più veloce della storia in assoluto mettendo il pallone in rete dopo appena 2, 8 secondi nel 1993.

SHARE