SHARE

Reina

Pepe Reina, simpaticissimo portiere del Napoli, non perde occasione per confermare la particolarità della sua persona, anche dal ritiro della Spagna, dove ha portato con se un pigiama molto speciale. Ricorderete sicuramente che il numero 1 azzurro ha parato il primo rigore della carriera professionistica di Mario Balotelli, circa un mese fa durante il match Milan-Napoli vinto dagli azzurri per 2-1 anche grazie alla prodezza dello stesso Reina. Ma lo spagnolo quella sera non ha solo parato il rigore a Balotelli, bensì si è anche portato a casa la maglia del numero 45 rossonero: “Dopo aver parato il rigore a Mario non potevo non chiedergli la maglia, è stato un evento storico! Me l’ha data e io l’ho portata qui, per creare un insolito pigiama: dormo con la maglia di Balotelli e i pantaloncini del Napoli. Come ho parato quel rigore? Aspettando un attimo più di Mario. La sua forza dal dischetto è che è talmente tranquillo che riesce a ritardare fino all’ultimo secondo sia il colpo sia la direzione del pallone. Io ho aspettato più di lui, ed è andata bene”.

Reina a Primer Toque ha poi dichiarato anche: “ La passione a Napoli? E’ bellissima e non è pressante, io sono un uomo del Sud e sono abituato a Liverpool, sono due città che vivono di questo e per questo sono bellissime. Dopo Napoli il Barcellona? Niente è impossibile, certo è che ho vinto tanto ma mai una Liga. I cori? Io mi impegno con l’italiano ma certe cose ancora non le capisco.

ROMA-NAPOLI – Ha poi chiuso su Roma-Napoli: “Una partita già decisiva per lo scudetto? Diciamo importantissima, perché è ancora presto e mancano tante partite. E’ difficile: i giallorossi giocano solo una volta alla settimana, hanno vinto sempre e hanno incassato un solo gol”.