SHARE

Pallone-sgonfiato-PP

Insultato perchè di colore e poi espulso dall’arbitro. È la vicenda – raccontata oggi da “Il Resto del Carlino” – di Teibou Koura, 24enne giocatore togolese del Rioveggio, squadra che milita nel girone A di Terza Categoria. Durante la gara in casa del Lizzano, con i suoi avanti di due gol, Koura “viene apostrofato dall’avversario, Matteo Parigino: ‘Stai zitto, negro’. L’insulto fa arrabbiare Teibou che spintona Matteo. Il quale, resosi subito conto dell’errore, chiede prontamente scusa a Teibou. Ma quando tutto sembra rientrato, l’arbitro Simone Ugolini di Bologna estrae il cartellino rosso ed espelle Teibou”.

“Il direttore di gara – si legge ancora – viene accerchiato dai giocatori sia del Rioveggio che del Lizzano, i quali domandano spiegazioni. Su tutti Matteo Parigino che, dispiaciuto, spiega all’arbitro quanto successo. Ma il direttore di gara non torna sui suoi passi, come vorrebbero tutti, e dopo lo scompiglio generale fa riprendere il gioco. All’intervallo tutta la squadra del Lizzano si ferma a metà campo, rivolta verso la tribuna, Matteo Parigino alza le mani e chiede scusa a tutto il pubblico presente”.

Da segnalare che a fine gara Parigino ha chiamato Teibou Koura “per chiedergli nuovamente scusa e dargli la mano. Il ragazzo togolese ha accettato le scuse e i due si sono riconciliati”.

fonte: www.eurosport.com