SHARE

Galliani e Allegri

Maledetta Primavera – Nonostante i prossimi rientri di Balotelli e Kakà non si può dire che il Milan se la passi bene. Dopo la clamorosa sconfitta di domenica contro il Caen, militante nella serie B francese, la squadra di Allegri è riuscita nell’impresa di perdere anche la partitella del mercoledì contro la formazione primavera guidata proprio da quel Pippo Inzaghi che nella scorsa stagione ebbe un forte scontro, poi placato dalla società, con il tecnico toscano. L’incontro, terminato 1-0, è stato deciso dal gambiano Yusupha Yaffa, 17 anni da compiere a dicembre. Nel test match hanno preso parte anche Silvestre e Birsa che potrebbero recuperare già per il prossimo impegno contro l’Udinese.

Tutti in ritiro – Al termine della sconfitta sarebbe nata la decisione di Adriano Galliani di anticipare il ritiro di un giorno per preparare al meglio la sfida contro i friulani mentre venerdì sera resteranno nel centro sportivo solo in convocati. Queste le parole dell’amministratore delegato rossonero a Milan Channel: “Non è un ritiro punitivo. Certamente abbiamo detto a giocatori e allenatori, che il Milan non può essere soddisfatto del dodicesimo posto in classifica. Serve essere concentrati e rimanere assieme, serve pensare e il ritiro in questo senso ci sembra la soluzione migliore, senza scopi punitivi. E’ una decisione dell’allenatore, condivisa dalla società e quindi nessun giocatore ha eccepito nulla”.