SHARE

ligue1

I club di Ligue1, in vista dell’introduzione della cosiddetta tassa sui ricchi, che prevederà il prelievo del 75% sugli stipendi di oltre un milione di euro, annunciano una giornata di sciopero. La decisione è stata ufficializzata stamattina dall’Unione dei club professionistici francesi (UCPF), che racchiude anche i club di Ligue 2.

Sulla protesta, che si rivolge alle politiche fiscali del governo francese, è intervenuto il presidente dell’UCPF, Jean-Pierre Louvel: ‘‘Si tratta di salvare il calcio francese che rappresenta 25 mila lavoratori. Da una tassa sui redditi si è passati a una tassa sulle imprese in difficoltà. I tifosi saranno i benvenuti negli stadi il 29 e 30 novembre, ma non troveranno le squadre ad affrontarsi in campo”.

L’ultimo storico sciopero nel calcio francese risale al 1972.