SHARE

Alvarez

ATALANTA

Consigli 6 : In avvio sembra un po’ indeciso, si rifà poi su Cambiasso ma soprattutto sul destro ravvicinato di Alvarez.

Stendardo 6,5 : Gran partita dell’avvocato che trascina con sé tutto il reparto difensivo. Benissimo soprattutto nell’anticipare alto. Unica indecisione frutta il gol di Alvarez.

Yepes 5,5: Contro Palacio hanno faticato tutti, anche se è fortunato perché l’argentino è poco ispirato. Salvato dal palo quando Icardi se lo beve in aria di rigore. Si mangia un gol a due passi da Carrizo.

Canini 7 : Prestazione sopra le righe per il centrale orobico, Guarin gli nega il gol a porta vuota ma l’intervento più importante è quello al 93’ quando chiude Palacio che andava in porta.

Raimondi 6 : Attacca e difende con grande ordine e precisione, tiene su Nagatomo ma soffre Alvarez.

Carmona 6 : Tanta e preziosa legna in mezzo al campo, contro il tecnico centrocampo interista ce n’era bisogno.

Cigarini 7 : Sta giocando probabilmente la miglior stagione della sua carriera. Inventa calcio ad ogni pallone che tocca. Tenta con coraggio giocate difficili che spesso e volentieri gli riescono. (dal 29’st) Baselli s.v.

Brivio 6,5 : Nel primo tempo tiene alla grande su un vivace Jonathan, nella ripresa il brasiliano cala e lui mantiene bene la posizione.

Moralez 6,5 : Assolutamente rigenerato il folletto argentino, Colantuono lo piazza alto a destra ed è proprio da quelle parti che confezione l’assist per il pareggio.(dal 36’st) Migliaccio 6 : Entra nel momento più difficile per i suoi e lui con ogni mezzo, lecito e non, da il suo contributo.

Livaja 6 : Contro l’Inter vuole sempre mettersi in mostra, grande prova di sacrificio, lascio gli onori al compagno di reparto. (dal 20’ st) Marilungo 5,5 : Fa tanto movimento davanti, quantità ma poca qualità.

Denis 6,5 : Ultimamene tutto quello che tocca si trasforma in oro. Sfrutta l’unica indecisione di Samuel con il suo solito stacco imperioso.

 

INTER

Handanovic 6 : Uno strappo a seguito di un rinvio gli condiziona praticamente tutto il primo tempo. Stringe i denti fino al rientro negli spogliatoi. (dal 1’st) Carrizo 6,5 : Inoperoso per 40 minuti fin quando Yepes non gli spara addosso da pochi passi. Al posto giusto al momento giusto.

Rolando 6,5 : Dopo il gol con il Verona sembra aver acquisito fiducia, gioca uno delle migliori partite da quando è in Italia. Bravo sia al centro che quando c’è da anticipare alto sulla destra.

Samuel 6,5 : Torna dopo 6 mesi e rialza il muro nonostante l’età e gli acciacchi. Lascia una piccolissima crepa in cui s’infila alla grande Denis. Per il resto impeccabile.

Juan Jesus 5,5 : Il servizio per il pari di Denis parte dalle sue parti, lascia troppo campo a Maxi. Continua il momento di calo più mentale che fisico.

Jonathan 6,5 : Nel primo tempo è probabilmente il più pericoloso dei suoi con tante discese concluse spesso con buoni cross. Nella ripresa paga un pizzico di stanchezza. (dal 40’ st) Taider s.v.

Guarin 5,5 : Mezzo voto in più per il salvataggio a porta vuota su Canini. Per il resto prestazione al di sotto delle aspettative per il colombiano. Solite 4/5 conclusioni da distanze siderali che non fanno nemmeno sporcare i guanti di Consigli. (dal 20’ st) Icardi 6,5 : Il palo, a seguito di un ottimo spunto personale, gli nega il 3° gol in 3 partite da subentrato. Deve trovare la forma migliore perché l’Inter ha bisogno del suo gioco.

Cambiasso 6,5 : Momento di grande forma per l’argentino che sembra essere tornato indispensabile come qualche tempo fa. Grande lotta e sacrificio al centro, non ricordiamo un tocco errato.

Alvarez 7,5 : Ormai non è più una sorpresa, insieme a Palacio è il miglior nerazzurro dell’era Mazzarri. 3° gol stagionale in mezzo a una prestazione da migliore in campo. Al 91’ ha la forza di partire palla al piede e scaricare un sinistro pazzesco che esce di pochissimo.

Nagatomo 5,5 : Partita senza lampi per il giapponese che stasera non estrae quasi mai la katana. Pochi affondi e nemmeno troppo convinti.

Kovacic 6 : Era partito alla grande ma cala di brutto nella ripresa. Quando tocca la palla viene fuori sempre qualcosa di pregevole ma spesso poco incisivo. Deve ancora trovare la giusta collocazione in campo.

Palacio 6 : Dopo una serie di prestazioni encomiabili El Trenza si prende un turno di riposo. Lasciato troppo solo nella morsa del trio di difesa non riesce a trovare il lampo che illumini la sua prestazione e quella dell’Inter.

SHARE