SHARE

ambrosini

Milan-Fiorentina in programma domani sera a San Siro rappresenterà una partita speciale per Massimo Ambrosini, in rossonero dal 1995 eccentuando una stagione in prestito al Vicenza nel ’97-98. Il centrocampista di Pesaro ha poi lasciato il club di Via Turati a parametro zero questa estate, non senza qualche incomprensione con la sua vecchia dirigenza, alimentando poi qualche piccola polemica indossando con un sorriso a 32 denti la famosa t-shirt viola con sopra la scritta “Rigore per il Milan”.

TUTTI ARRABBIATI – Lo stesso Ambrosini ha dichiarato all’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport: “Il Milan è arrabbiato per una classifica inadeguata rispetto al suo reale valore ed alla tradizione, noi della Fiorentina invece siamo “tarantolati” per una partita persa dopo la migliore prestazione della stagione. Io non credo di dover dimostrare nulla a nessuno. Mi piacerebbe giocare per ritrovare tante emozioni, vorrei giocare per aiutare la Fiorentina. Sarei disposto a qualunque cosa per scendere in campo al Meazza domani sera”.

KAKA‘ – Ambrosini conclude: “Sono felice che Kakà sia tornato e non sono stupito per come sta giocando. Balotelli? Mario ha intorno a sé un’attenzione per tutto quello che fa spesso ingiustificata. E’ un bravo ragazzo, per niente aggressivo, uno che sa stare in campo e lavora. Se manco al Milan? Non penso proprio, hanno De Jong che è sempre tra i migliori in campo, assieme a Montolivo e Muntari. Non vedo perché dovrebbero rimpiangermi”.

SHARE