lunedì, Dicembre 6, 2021

Latest Posts

Esclusiva MDC – Stefano Borghi: “Se la Roma continua così, può arrivare fino in fondo”

roma

Immaginate di trovarvi in un bel pub inglese, ordinate una bella pinta di birra da sorseggiare per voi e per chi vi sta accanto: Stefano Borghi, il più grande telecronista italiano in circolazione, la voce di tanti derby argentini, di tante partite di Championship e da qualche mese di Fox Sports.

Questa splendida iniziativa di MDC permette ai nostri utenti, attraverso i contatti Facebook e Twitter o tramite commenti agli articoli, di intervistare a tutti gli effetti Stefano Borghi. Voi proponete la domanda, siete voi i giornalisti.

Ecco l’ultima sessione Q&A:

Il ricordo più bello dell’esperienza a Sportitalia? Impressioni sul Clasico a posteriori? (Gian Marco Porcellini)

“Tantissimi ricordi: il primo giorno , l’ultimo giorno. Tutti questi otto anni sono stati stupendi. Voglio che il mio ricordo più grande rimanga legata ai tanti amici e alle persone che ho conosciuto con le quali ho lavorato e sono cresciuto per questi otto anni. Il ricordo di Sportitalia non è tanto una prestazione o un lavoro, ma è la famiglia con cui ho convissuto per otto anni. Il Clasico? Una partita di un livello altissimo in uno stadio bellissimo. Al Camp Nou ci sono veri appassionati di calcio e con una cultura sportiva pari alla qualità tecnica vista in campo. Racconto un aneddoto: andando allo stadio con Fabio Capello, ci sono una moltitudine di tifosi del Barcellona a fermare Capello, ex allenatore del Real Madrid e simbolo del madridismo per fare delle foto e degli autografi. Questo non sarebbe potuto succedere, per esempio, se Mourinho fosse andato a piedi allo Juventus Stadium per Juventus-Inter. Questa è la fotografia per far capire quante siano le differenze tra il calcio in Spagna e il calcio in Italia

Come giudichi l’avvio di campionato della Roma? Può continuare così e il merito è della società o di Garcia che ha rigenerato calciatori come Gervinho? (Fonz Ù Raise Rouss)

“L’avvio in campionato della Roma è stato straordinario. Credo possa continuare su questa squadra perché ha risorse come profondità della rosa e quindi c’è la possibilità di ruotare al meglio la rosa in quanto non gioca le Coppe. Una squadra che fa  10 vittorie e un pareggio nelle prime undici partita può arrivare fino in fondo. I meriti sono della società che ha lavorato per migliorare la squadra, dell’allenatore che ha compattato il gruppo. E poi merito dei giocatori che hanno iniziato a crederci. Il merito è globale per una realtà che deve continuare su questa strada. Se la Roma va avanti con questa determinazione, può arrivare fino in fondo”.

Federico Fernandez se non erro ai tempi del Pincha giocava in una difesa a 3: mezzo-destro El Chavo, Desabato in mezzo,  El colorado Re a sinistra, era una difesa granitica quella dell’Estudiantes, ottima fase difensiva aiutata da Brana. Perchè nel Napoli con questo schema ha fallito? Ora in una a 4 come lo vedi? (Gabriele Vallefuoco)

“Non ha fallito in quanto non mi sembra abbia avuto tante possibilità di giocare. Non è facile per un difensore che arriva dal Sudamerica avere un rendimento così alto all’inizio. Continuo a pensare che Federico Fernandez sia un difensore adatto alla serie A e che possa giocare sia in una difesa a tre che in una difesa a quattro. Non do un giudizio definitivo, continuo ad osservare le sue prestazioni con la maglia del Napoli e con quella dell’Argentina”

Cosa pensi di Cuadrado, può essere inserito tra i più forti esterni d’Europa? (Alessandro Sbrana)

“Sicuramente è un esterno di altissimo profilo: è un giocatore che ha tante qualità innate ma ha anche lavorato tantissimo nel corso degli anni, trasformatosi da terzino in un esterno a tutta fascia. Ha ancora tantissimi margini di crescita, quindi aspettiamo per dare un giudizio definitivo”

Volevo chiederti di Alessandrini e Perotti…davvero fanno al caso della Juve..perché se servono a far numero e basta teniamoci i nostri. (Zaccaria Cosimo)

Alessandrini e Perotti potrebbero essere utili se alla Juventus servisse un esterno alto. Perotti è un talento che non è mai esploso fino in fondo; Alessandrini è un giocatore che sta facendo molto bene ma non ha ancora la continuità e l’esperienza per essere immediatamente apprezzato in un club che gioca ai massimi livelli.  Credo che la Juventus debba inserire subito giocatori che possano fare la differenza, subito in Italia e in Europa”

Pensi che Lanzini possa avere lo stesso impatto sul campionato italiano di Iturbe?e qual’è la sua collocazione tattica ideale secondo te? (Marco Cortini)

“Non può avere lo stesso impatto di Iturbe per il semplice fatto che sono giocatori molto diversi. Iturbe è un giocatore avvantaggiato per l’impatto immediato sulla nuova realtà, per il fatto di essere un elemento rapidissimo. Siccome in Italia non si va a un passo troppo elevato, quando arriva un giocatore d’attacco estremamente veloce è facile che possa subito catturare l’occhio. Lanzini è un giocatore diverso: è un numero 10 evoluto. E’ un giocatore più di tocco che di passo: avrebbe bisogno di un trattamento diverso”

Come ti spieghi l’involuzione tecnica del Lione rispetto agli anni scorsi? Anche Grenier non mi pare al top, ma credo abbia tempo per rifarsi..magari ai Gunners.

“Il Lione è entrato in una spirale dopo tante stagioni positivissime, complici tanti problemi della società. E’ partita malissimo, ma credo comunque che il Lione abbia qualità superiori rispetto a quanto fatto finora. Rémi Garde ha commesso qualche errore, ma con la vittoria dell’ultimo turno potrebbe essere arrivato il momento della svolta. Non credo farà una stagione ricchissima di soddisfazioni”

Paredes alla Roma dove potrebbe giocare nel 4-3-3 di Garcia?

“La collocazione che al momento sembra sia più indicata è quella di esterno sinistro nel tridente.  E’ un giocatore che ama rientrare e ama collaborare con la punta”

CHEERS!

Ringraziamo ancora una volta Valerio Morresi amministratore della fan page di Facebook “Stefano Borghi commentatore numero uno d’Italia” che ci aiuta a raccogliere tutte le domande da rivolgere a Stefano e unica fan page in contatto con Stefano Borghi. Continuate a seguirci per non perdere il prossimo numero di “Una Pinta con Borghi” , ci trovate su Facebook, Twitter oppure abbonandovi gratuitamente ai nostri Feed Rss.

PER LEGGERE I NUMERI PRECEDENTI CLICCA QUI

 

Latest Posts

Don't Miss