martedì, Dicembre 7, 2021

Latest Posts

Show tra le squadre più in forma: Catania-Udinese

1458740_10202251086467530_922717967_n

Non esistono partite belle e partite brutte. Il campionato italiano è considerato da molti tra i più difficili al mondo ma anche tra i più tattici ed incentrati sulla difesa. Il bel calcio, nonostante tutto, è presente ovunque ed anche le partite  più noiose nascondono segreti e verità davvero stupefacenti. Ogni giornata di campionato ci regala partite apparentemente senza emozioni: pensate che in questi match regnerà la noia? Siete convinti che i tifosi dovranno cercare le vere emozioni giocando a Ruzzle sui loro smartphone? Vi sbagliate! Il Tattico Molesto vi mostrerà il vero volto di queste gare, convincendo anche i più scettici  ad incollarsi al televisore in barba ai giornalisti che vi suggeriscono di cercare il bel calcio altrove. Per questa puntata abbiamo scelto lo scontro tra le due compagini più in forma del momento: Catania Udinese.

CATANIA: L’avventura di De Canio al timone del Catania è iniziata nel migliore dei modi, con soli sette gol subiti e ben uno segnato in tre gare. Nonostante l’apparente stato di forma, il pubblico continua a mugugnare inspiegabilmente, ed il tecnico deve trovare una soluzione per migliorare ulteriormente i risultati. La sua idea di calcio offensivo va ben oltre gli insulti di Castro e gli sputi di Almiron, ma durante gli allenamenti si provano schemi fantasiosi e si respira un clima di allegria. Nella rifinitura si è riso e scherzato, con gli argentini sempre in prima fila per portare il buon umore: Spolli beveva l’acqua santa di Legrottaglie spruzzandola addosso ai compagni, Alvarez suonava la testa di Almiron come se fosse un tamburo e lo stesso De Canio ha suscitato l’ilarità del gruppo affermando di voler schierare Tachtsidis come regista. Il problema principale di questo Catania sono di sicuro gli infortuni, secondo molti riconducibili all’ex tecnico Rolando Maran di cui abbiamo una foto.

Dopo la conferenza stampa in cui aveva detto: “Voglio che la mia squadra faccia un bel gioco”, sono scomparsi dal campo di allenamento per motivi misteriosi Monzon, Barrientos, Rolin, Bellusci e Spolli, con solo quest’ultimo che è riuscito a tornare in gruppo. Vi sono ancora dei sospetti, ma l’esonero dell’ex tecnico del Varese pare coincidere con un mandato d’arresto internazionale. Buone notizie per Bergessio: dopo l’infortunio causato da un intervento di Chiellini, l’attaccante argentino ha dichiarato:” Frattura del perone? Conoscendo Giorgio direi che mi è andata bene

UDINESE: C’è tensione nello spogliatoio bianconero, a causa dei risultati che tardano ad arrivare. In settimana Guidolin ed Allan sono quasi arrivati alle mani: il mister avrebbe ripreso il brasiliano per un passaggo sbagliato e lì è iniziato il parapiglia. Domizzi ha tirato fuori la mazza da baseball per precauzione, Pinzi una chiave inglese e Maicosuel un cucchiaio. Heurtaux si è nascosto dietro Ranegie per paura di essere espulso, mentre Naldo e Danilo, non avendo avversari da randellare, si colpivano a vicenda. Ristabilito l’ordine da capitan Di Natale con un discorso profondo e toccante, è tornata la tranquillità. Proprio il bomber bianconero sta avendo qualche problema di comunicazione con il suo partner d’attacco Muriel, che non riesce ancora a capire i movimenti richiesti dal suo capitano. Le difficoltà tra due nascono principalmente dalle diversità linguistiche: uno, nonostante siano passati alcuni anni dal suo approdo in serie A, non riesce ancora bene a padroneggiare l’italiano e si esprime in maniera abbastanza confusionaria; l’altro è colombiano. Guidolin deve fronteggiare qualche problema anche a centrocampo: Badu sembra essere caduto in depressione. Triste per la cessione del suo ex compagno di stanza Armero, non ha più un partner per i balletti post-gol e per le serate nei locali di lap dance. Il nuovo compagno di stanza assegnatogli dalla società è Basta, ma il ghanese non ne gradisce la compagnia visto che il serbo non sorride dal 1991. In realtà gli scarsi risultati di inizio stagione sembrano essere dovuti alla rinuncia dei calciatori a giocare bene per paura di essere venduti, ma il patron Pozzo ha rassicurato tutti dichiarando che l’Udinese non si priverà dei suoi gioielli. Intanto, grazie al nuovo sponsor, le magliette di Muriel, Danilo e Basta sono state provviste di etichetta e le pareti delle loro camere sono state rese trasparenti per facilitare il compito dei visitatori. Il malumore continua quindi a dilagare al centro sportivo, ed i giocatori si sentono sempre più minacciati dopo il ritorno degli osservatori con la solita carovana di adolescenti prelevati nelle favelas sudamericane.

Tutti pronti a goderci questo fantastico match: che il bel calcio sia con voi!

Latest Posts

Don't Miss