Poppy Day in Premier League, il papavero sulle maglie

Poppy Day in Premier League, il papavero sulle maglie

In Premier League è stato celebrato ieri per il terzo anno consecutivo il Remembrance Sunday, la giornata che nei paesi del Commonwealth commemora la fine delle guerre mondiali e che il calendario britannico fissa nella seconda domenica di novembre, a ricordo dell’armistizio di Compiègne siglato l’11 di novembre del 1918. Questo giorno è più comunemente noto come “Poppy Day”, il giorno del papavero, un fiore molto comune nelle Fiandre dove per l’appunto fu stipulata la fine del primo conflitto bellico.

PAPAVERI SULLE MAGLIE – Tante sono le manifestazioni a scopo benefico organizzate per dare sostegno ai veterani di guerra ed alle rispettive famiglie, e la Premier League scende in campo da tempo a favore dell’iniziativa con tanto di logo raffigurante per l’appunto un papavero impresso su tutte le maglie da gioco dei 20 club del campionato. La prima apparizione di questo stemma avvenne nel 2007-2008 con solo alcune squadre ad aderire all’iniziativa, poi l’usanza si è consolidata di anno in anno.

QUANTE MANIFESTAZIONI – Molti volontari nei match di Premier League erano appostati all’esterno degli stadi per raccogliere fondi e proventi in favore dei veterani, ed allo Stadium of Light, nell’intervallo di Sunderland-Manchester City è andata in scena una parata militare. All’esterno dell’Old Trafford invece, per Manchester United-Arsenal, è stato esposto un papavero gigante con la scritta simbolica “We will remember them”. Alcuni giocatori hanno personalizzato con il papavero del Poppy Day anche le loro scarpette da gioco, come Michael Carrick dei Red Devils, Adam Lallana del Southampton e Steven Caulker del Cardiff City. Tutti i kit usati nel weekend calcistico di Premier League verranno messi all’asta a sostegno della fondazione “Poppy Appeal 2013”.