SHARE

Primo tempo di marca belga grazie ad un’ottima prova della mediana Rouge. I colombiani tengono e si scatenano nella ripresa con le reti di Falcao e del cagliaritano Ibarbo. Prova di forza per la Colombia che si candida come squadra rivelazione del prossimo Mondiale. Belgio ricco di giovani di brillanti prospettive ma poco cattivi nei momenti decisivi.

La sfida – Alla presenza della famiglia reale belga, amichevole di lusso a Bruxelles tra il Belgio di Marc Wilmots e la Colombia di Josè Pekerman. Entrambe le compagini hanno già staccato, e alla grande, il biglietto per Brasile 2014 dopo 12 anni di assenza ad un Mondiale per i Diables Rouges e 16 anni per Los Caffetteros. Tanta qualità e freschezza in entrambe le formazioni  con una mini-sfida tra Premier League e Serie A vista la presenza degli “inglesi” Mignolet, Vertonghen, Fellaini, Hazard da una parte e quella degli “italiani” Zapata, Armero, Cuadrado e Muriel dall’altra.

Primo Tempo –.  Prima occasione del match per Benteke che prende l’ascensore e, su un buon cross dalla destra, non riesce a centrare la porta per pochi cm. Risponde dall’altro lato Falcao che, servito in aria da un cross ben calibrato di Cuadrado, in scivolata spara addosso a Mignolet. Dopo una fase di studio sono i padroni di casa a prendere il pallino del gioco senza però essere particolarmente incisivi sotto porta. Gli ospiti si difendono in maniera composta e ripartono abilmente con i tanti velocisti presenti in squadra. A pochi minuti dalla fine della prima frazione ancora un’occasione di testa per Benteke che, imbeccato abilmente da un lancio di Fellaini, colpisce alto sopra.

Secondo Tempo – Ripresa che inizia così com’era terminato il primo tempo, con l’ennesima occasione sciupata da Benteke questa volta di destro.
Al 50’ si blocca la partita. Dopo non aver quasi mai toccato la palla nei primi 5 minuti della ripresa la Colombia colpisce in contropiede. Gran palla in profondità di James Rodriguez, la difesa belga fino a quel momento perfetta, sbaglia il fuorigioco e lascia un’autostrada a Falcao, El Tigre salta Mignolet in uscita e deposita in rete. Completamente capovolta l’inerzia del match, Belgio assolutamente frastornato e la Colombia che va all’arrembaggio. Al 56’ grandissima occasione per Muriel che si beve mezza difesa Rouge ma poi incrocia il sinistro sul fondo. Occasione fatale per il giovane attaccante dell’Udinese che dopo pochi minuti viene sostituito in favore del cagliaritano Ibarbo.
Entra in campo anche Mertens per Hazard ma è la Colombia a trovare nuovamente la via del gol. Punizione dalla sinistra, torre in aria e proprio il neo-entrato Ibarbo mette a segno il 2-0. Gran gol del cagliaritano, una bomba delle sue dopo un grande aggancio all’altezza del dischetto.
Al 74’ si fa vivo il Belgio, torre di Vermaelen e palo clamoroso di Fellaini a due passi dalla porta. All’82’ azione fantastica di Mertens che semina il panico in area colombiana, destro piazzato che però sbatte ancora sul palo. Molto sfortunato il Belgio nel finale. Sugli scudi i ragazzi della serie A: azione prorompente di Ibarbo sulla sinistra che serve un cioccolatino per Martinez che spreca tutto.
E’ l’ultima occasione della partita, una grande e cinica Colombia batte per due reti a zero uno spento Belgio.

SHARE