Croazia da ritiro della patente, 70 birre per i calciatori

Croazia da ritiro della patente, 70 birre per i calciatori

 Nello scorso weekend si sono svolte le gare di andata dei play off validi per l’accesso al mondiale brasiliano del prossimo anno e tra questi si è giocato anche l’incontro fra Islanda e Croazia terminato 0-0. Fin qui nulla di strano, se non fosse che dopo la gara, almeno stando a quanto riportato dal portale islandese Visir.is, alcuni calciatori della Croazia, per “festeggiare” si sono fatti recapitare ben 70 birre nella stanza d’albergo dove alloggiavano alle 4 del mattino.

OKTOBERFEST – Il portale islandese fa anche i nomi dei calciatori impegnati in questa “impresa” degna dell’Oktoberfest: Mario Mandzukic, Mateo Kovacic, Eduardo da Silva, Niko Kranjcar, Nikica Jelavic, Vedran Corluka, Dario Srna e Domagoj Vida. Tra questi spiccano anche nomi molto importanti come quelli del centravanti del Bayern Mandzukic e quello del baby interista Kovacic. 70 birre per 8 calciatori, facendo un semplice calcolo si può desumere che la media è quasi di 10 birre a testa, di certo non il massimo per atleti professionisti che dovrebbero andare a vanti con acqua e succhi ricchi di vitamine.

Ad ogni modo se questa è la maniera di festeggiare un pareggio contro l’Islanda, è davvero molto difficile ipotizzare cosa potrebbe accadere nel caso in cui martedì la Croazia riuscisse a qualificarsi al Mondiale brasiliano battendo gli islandesi.