SHARE

Alla Romania non basta una prova tutto cuore per battere la Grecia. L’1-1 di Bucarest consente agli ellenici di qualificarsi al Mondiale in Brasile. È la terza qualificazione ai Mondiali per la squadra di Fernando Santos.

PRIMO TEMPO – Parte bene la Romania, con un 4-1-4-1 estremamente offensivo che è subito pericoloso con due incursioni di Marica e Torje. La Grecia, però, tiene bene e reagisce, andando vicino al gol con Holebas. Al 23′ la svolta del match. Gran lancio di Karagounis che imbecca Mitroglu: il centravanti dell’Olympiacos, tutto solo, supera Tatarusanu. Il gol degli ospiti innervosisce i tifosi locali che, su tutte le furie, iniziano a lanciare petardi in campo. Uno di questi sfiora Karnezis, portiere greco, che resta a terra confuso. Il primo tempo scorre via senza ulteriori sussulti, in un clima teso, con la Grecia in vantaggio e i giallorossi costretti a realizzare 4 reti per guadagnare la qualificazione ai Mondiale.

SECONDO TEMPO – Dopo dieci minuti dall’inizio della ripresa, il terzino destro della Roma, Torosidis, ravviva le speranze rumene con un clamoroso autogol: il difensore ellenico si scontra con un compagno e piazza il pallone alle spalle del proprio portiere. Il pubblico ci crede e spinge la squadra ad una clamorosa rimonta che, però, non si verifica: Stancu, Marica e Maxim, in più occasioni, non hanno fortuna. Finisce 1-1 e ai Mondiali va la Grecia.

Tabellino ROMANIA – GRECIA 1-1 23′ Mitroglu (G), 55′ Aut. Torosidis (R)

Romania (4-1-4-1): Tatarusanu; Matel, Goian, Gardos, Rat (26′ Latovlevici); Hoban; Torje (56′ Niculae), Maxim, Stancu (86′ Grozav) , Tanase; Marica.
All.: Victor Piturca

Grecia (4-3-3): Karnezis; Torosidis (72′ Vyntra), Sokratis, Siovas, Holebas; Maniatis, Tziolis, Katsouranis (73′ Samaris); Salpingidis, Mitroglou, Samaras (80′ Manolas).
All.: Fernando Santo