SHARE

BZdznBeCAAA_Fd8

Ci voleva una partita perfetta e così è stato. La Francia riesce nell’impresa di ribaltare il 2-0 subito in Ucraina nell’andata dei playoff delle qualificazioni ai prossimi mondiali con una prestazione pazzesca. Sono due gol di Sakho e uno di Benzema a far staccare il pass per il Brasile agli uomini di Deschamps che nella notte più importante stendono l’Ucraina per 3-0.

DOPPIO COLPO-L’andamento del match è chiaro fin da subito, con la Francia letteralmente assatanata pronta ad azzannare una timorosa Ucraina. Il primo tempo è un monologo transalpino e dalle parti di Pyatov i pericoli fioccano come la neve in Siberia. Dopo due minuti il capitano ucraino è straordinario nel deviare in corner un destro a giro di Valbuena. All’8’ è Pogba a provarci di testa ma, da buona posizione, manda alto. La musica cambia al 22’ quando Sakho fa esplodere lo Stade de France ribadendo in rete un destro da fuori di Ribery respinto dal solito Pyatov. Proteste francesi alla mezzora: Valbuena se ne va a destra e mette in mezzo per Benzema che insacca, la rete però viene annullata per fuorigioco (inesistente) dello stesso centravanti. Ma la cara vecchia compensazione si materializza anche in una partita che vale un mondiale. Così il bomber del Real Madrid viene ricompensato appena quattro minuti dopo, quando interviene, in macroscopico fuorigioco, su un tiro deviato di Cabaye, correggendolo in rete per il 2-0. L’Ucraina reagisce solo nel recupero della prima frazione con Yarmolenko che vede negarsi da Debuchy sulla linea, la gioia del 2-1. Al riposo si va con la Francia avanti 2-0.

APOTEOSI SAKHO- La ripresa inizia ancora peggio del primo tempo per gli ucraini visto che non passano nemmeno due minuti quando Khacheridi, già ammonito, prende il secondo giallo lasciando i suoi in inferiorità numerica. Les Blues provano ad approfittarne e sfiorano il colpo del ko al 57’ con Benzema che solo davanti a Pyatov calcia incredibilmente alto. Ma gli dei del calcio hanno stabilito che i panni del bomber nella notte più importante li debba vestire ancora Mamadou Sakho. E’ il minuto 71 quando Pyatov respinge un tiro di Evra, dopo un paio di lisci in area la sfera arriva a Ribery che svirgola a sua volta la conclusione, il pallone finisce nella zona del difensore del Liverpool che di ginocchio mette in rete la doppietta personale che vale il delirio di una nazione intera.