domenica, Dicembre 5, 2021

Latest Posts

Esclusiva MDC – Stefano Borghi (Fox Sports): “Griezmann sarebbe l’ideale per la Juve”

griezmann

Immaginate di trovarvi in un bel pub inglese, ordinate una bella pinta di birra da sorseggiare per voi e per chi vi sta accanto: Stefano Borghi, il più grande telecronista italiano in circolazione, la voce di tanti derby argentini, di tante partite di Championship e da qualche mese di Fox Sports.

Questa splendida iniziativa di MDC permette ai nostri utenti, attraverso i contatti Facebook e Twitter o tramite commenti agli articoli, di intervistare a tutti gli effetti Stefano Borghi. Voi proponete la domanda, siete voi i giornalisti.

Ecco l’ultima sessione Q&A:

In Inghilterra si sta affermando prepotentemente a suon di gol la coppia d’attacco Suarez-Sturridge.
Secondo te quale squadra ha il miglior reparto offensivo a livello di qualità e affiatamento? E come vedi
la futura coppia dell’Inter Icardi-Belfodil?

“In questo momento il tridente del Real Madrid è un qualcosa di incredibile: Bale-Ronaldo-Benzema, al di
là dei numeri, sono tre giocatori che si integrano perfettamente e hanno un grande potenziale. Allo
stesso modo il trio Neymar-Sanchez-Messi non è da meno. Se parliamo di attacchi puri, le due regine di
Spagna rimangono il top, anche se il Liverpool e il City hanno un ottimo reparto offensivo.
Non credo sia nelle corde di Mazzarri giocare con due punte come Icardi e Belfodil. Devono ancora completare la propria maturazione, quindi non credo sia una soluzione attualmente percorribile”.

Antoine Griezmann è da Juventus? E in che ruolo può esplodere secondo te?

“Senza dubbio è da Juventus. Griezmann è un esterno sinistro, giovane, che sta facendo grandi cose in Spagna. Ha
fame, ha grande concretezza e ha un tiro da fuori incredibile. La Juventus, nel suo ruolo, ha bisogno di
un giocatore come lui perché Conte continua a chiedere le ali per il tridente. Griezmann sarebbe
l’ideale”.

Il San Lorenzo ha ancora qualche chance di conquistare l’Inicial? Come giudichi il lavoro di Pizzi?

“Sicuramente ha più di una chance di vincere il campionato: è primo a tre giornate dalla fine. Il lavoro di Pizzi è  buono, è riuscito a far rendere un gruppo di valore che negli ultimi minuti non aveva raggiunto grandi risultati. C’è
il neo della sconfitta in Coppa d’Argentina, che sarebbe potuta essere la ciliegina sulla torta ma se dovesse arrivare questo titolo nell’anno dell’elezione di Papa Francesco sarebbe un qualcosa di incredibile.
Si potrebbe riproporre in Italia l’esempio Borussia Dortmund? Penso alla Roma ad esempio che finalmente ha un vero allenatore e che ha costruito una squadra forte senza follie.

“Dobbiamo intenderci sull’esempio Borussia Dortmund: se per esempio, Borussia intendiamo una squadra che, senza partire con i favori dei pronostici, riesce ad arrivare vicino ad un grande risultato. Invece se parliamo di modello del club, forse non si sa nemmeno di cosa si stia parlando perché l’organizzazione di un club tedesco è molto lontana dall’organizzazione di un club italiano”.

Come vedi l’addio di Passarella alla presidenza del River? Credi che questo avrà ripercussioni sul
mercato in uscita del River?

“Cambia molto quando cambia la dirigenza. Il River Plate, al momento, è un vero e proprio disastro sotto tutti i punti di vista. Dicono che sia Passarella il colpevole: sicuramente l’ex campione argentino ha commesso degli errori ma non lo vedo come primo colpevole di questa situazione. Credo che nel River Plate ci siano correnti che abbiano un discreto potere e lo utilizzano per fini tutto da scoprire. Ribadisco dicendo che non credo sia Passarella l’unico colpevole in casa River. Vediamo a fine stagione cosa succederà”

Più vedo Milton Casco e Victor Ayala, più li vorrei vedere in Europa, magari da noi, li vedo già pronti. Cosa ne pensi?

“Assolutamente sì. Sono giocatori di grande impatto, che hanno completato la propria maturazione  e possono fare  molto bene in Europa”

 

Latest Posts

Don't Miss