SHARE

bayern robben

Il classico del campionato tedesco viene vinto dal Bayern Monaco contro un Borussia Dortmund incerottato.

I bavaresi con questo successo si portano a +7 sui gialloneri e confermano la leadership in Bundesliga, dopo 13 partite. Match che non ha entusiasmato nel primo tempo con il pallino del gioco in mano agli uomini di Guardiola ma con un ritmo lento per gli standard delle squadre. Ci vuole un guizzo per risolvere il match, appare subito chiaro il copione della gara con i bavaresi che puntano a fare la partita e i gialloneri pronti a ripartire e ad affidarsi al collaudato impianto di gioco. Il Borussia dimostra tanto coraggio e cuore nonostante le numerose assenze in difesa ma nel secondo tempo a sbloccare il match ci pensa Goetze che al 66′ realizza il classico gol dell’ex con uno splendido esterno destro sotto l’angolino alla destra di Weidenfeller. Il Borussia tenta a rifarsi sotto e prima con Mkhtaryan e poi con Lewandowski va vicinissimo al pareggio ma c’è Neuer a negare la gioia ai padroni di casa. Pian piano la foga dei gialloneri si spegne, molto disordinata dopotutto, e negli ultimi 5 minuti non riescono ad avere la gamba giusta per l’assalto finale. Ed è proprio a pochi minuti dal match vengono puniti da Robben prima, splendido pallonetto il suo dopo 40 metri palla al piede, e Muller che realizza il tris proprio allo scadere

Risultato rotondo e forse troppo ingiusto per la prestazione del Borussia Dortmund che nel secondo tempo è andata più volte vicino al pari. La superiorità tecnica e la compattezza degli uomini di Guardiola ha fatto la differenza. Tra i gialloneri si sentono le assenze in difesa dove Friedrich e Papastathopoulos non riescono a trovare le misure giuste alle bocche di fuoco del Bayern Monaco. Buona la prova di Grosskreutz e di Reus gli unici a impensierire la difesa bavarese. Psicologicamente duro da digerire questo ko in casa per Klopp e co.,  compromessa di fatto la possibilità di puntare allo scudetto.

SHARE