SHARE

Walter

Dopo la sosta per le nazionali torna in campo la serie A. Il posticipo domenicale vedrà il confronto al Dall’Ara tra Bologna – Inter. I padroni di casa sembrano aver invertito il pessimo trend di inizio stagione dover aver guadagnato 7 dei 10 punti totalizzati negli ultimi quattro turni. I nerazzurri cercano la terza vittoria consecutiva in campionato, serie ancora sfuggita da inizio stagione. Consueta conferenza stampa pre-partita per il tecnico dell’Inter Walter Mazzarri, di seguito le parti più importati scelte dalla redazione di .

Bologna dopo la sosta – “Ci sono diverse variabili da tenere in considerazione. Alcune sono percepibili come al solito quando si rientra dalle Nazionali: abbiamo poco tempo per preparare le partite, alcuni giocatori perdono smalto. Il Bologna è in crescita, sta giocando bene. Ha giocatori importanti: Diamanti, Kone, Bianchi e altri. E’ una buona squadra, dobbiamo stare attenti, ma pensare a noi stessi. Se facciamo bene abbiamo buone possibilità di fare un buon risultato. Questa è la nostra mentalità”.

Duttilità in mezzo al campo – “Si gioca in 11, la squadra ha trovato linee di gioco importanti. Ho visto un calcio in cui non do punti di riferimento, si sta facendo bene, non benissimo secondo il mio ideale, ma si è migliorato. Alvarez può fare la mezz’ala, Kovacic il trequartista e la mezz’ala all’occorrenza. Io faccio tante considerazioni, vedo qual è il giocatore più adatto. I giocatori sanno cosa fare e c’è crescita generale. Anche durante la partita posso fare variazioni”.

Thohir preparato – “Buona impressione, sapeva tutto di me. Quando un presidente arriva, fa certe dichiarazioni e le manifesta di persona può essere solo positivo. Sono stato bravo con i collaboratori a isolare la squadra rispetto all’assetto societario. Lo faremo anche domani, non cambia niente da questo punto di vista”.

Bologna, Samp e Parma prima di Napoli e Derby – “Non sarà il trittico di partite definitivo, ma sarà un parziale molto più attendibile di adesso. A inizio anno avevo detto di incontrare prima tutte dopo un girone per vedere in modo significativo lo step a cui si è arrivati. Abbiamo due partite in casa dopo il Bologna che se una squadra vuole essere competitiva non deve sbagliare. La continuità di gioco è importante se si vuole crescere”.

Campagnaro da valutare – “Voglio andarci piano, lo conosco. Il test di oggi è importante. Ho da valutare la tenuta. E’ da tanto che non fa una partita, devo valutare tutto, ho anche altre soluzioni. Vedremo dopo oggi, faremo una partitella, cose impegnative a livello muscolare e capirò di più”.

SHARE