Skip to main content

Luca, questo è per te – Nel lungo e concitato post-partita tra Milan – Genoa era risaltato agli occhi di tutti un bel momento di sano sport, celebrato da tantissime agenzie di informazione. Mentre le squadre si salutavano al centro del campo il rossonero Kakà mostra all’ex Luca Antonini uno striscione in curva sud (all’apparenza) dedicato a lui: “Grande uomo, amico vero: bentornato Luca, nostro condottiero!”. Il difensore genoano, autore anche di una buonissima prestazione, di fronte a cotanto affetto si commuove versando anche qualche lacrime di gioia e orgoglio. Intervistato ai microfoni di SKY il calciatore aveva confermato le impressioni avute sul campo rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Sono contento dello striscione, vuol dire che qui ho fatto bene e ho lasciato un bel ricordo ai tifosi”.

No Luca, non era per te – Il colpo di scena è arrivato nella giornata di oggi. Si è scoperto che in realtà lo striscione non era affatto dedicato a Luca Antonini, 5 discrete stagioni con la maglia del Milan, ma bensì ad un ultras rossonero di nome Luca, rientrato in curva proprio ieri dopo 5 anni di daspo. Costretto a fare marcia indietro lo stesso difensore, questo è quello che ha scritto  sul suo profilo Twitter: “Mi è stato detto che era per me, non mi riconoscevo in quella frase”.

Mariaclaudia Catalano

Giornalista pubblicista, inviata d’assalto classe ‘89, una vita in radio e al tg, content editor per vocazione. Convertita alla SEO non posso più farne a meno

Lascia una risposta