Cartabia, il mini argentino alla conquista di Valencia

Cartabia, il mini argentino alla conquista di Valencia

cartabia

Da pochi giorni Don Balòn ha stilato la lista dei 101 migliori giovani calciatori al mondo. MaiDireCalcio, come di consueto, ve li presenta. Oggi è il turno di Federico Cartabia, il nuovo talento di Rosario.

Nome: Federico Nicolàs Cartabiacartabia1

Data di nascita: 20/1/1993

Luogo di nascita: Rosario (Argentina)

Età: 20

Ruolo: Centrocampista/ala sinistra/trequartista

Piede: sinistro

Club: Valencia

Il Valencia di Dukic non sta certo vivendo una stagione indimenticabile. Els Che, infatti, è stato protagonista, finora, di un campionato piuttosto anonimo e staziona a metà classifica.

Un motivo per sorridere, però, c’è, e risponde al nome di Federico Nicolàs Cartabia, uno dei più promettenti talenti argentini.

CARRIERA – Paragonato per stazza e caratteristiche al ben più noto concittadino Leo Messi, Cartabia è un prodotto della cantera valenciana, nella quale è arrivato a 13 anni, esordendo il 26 agosto 2012 con il Valencia B contro il Gimnàstic (1-1), in Segunda División B. Ha concluso la stagione 2012/13 con 7 reti in 30 giornate di campionato, venendo promosso in prima squadra al termine del campionato. Dukic, infatti, è rimasto incantato dalle buone prestazioni del giocatore nelle amichevoli estive, tanto che gli ha fatto rinnovare il contratto fino al 2017, inserendo una clausola di 20 milioni di euro per chi volesse acquistarlo prima. I tifosi del Milan lo ricorderanno per i diversi missili da fuori area con i quali, nell’amichevole agostana, sfiorò più volte il gol, centrando anche una traversa.

Il 17 agosto ha esordito in campionato partendo da titolare contro il Málaga (1-0), mentre un mese dopo, il 19 settembre, Cartabia ha fatto il suo debutto nelle competizioni internazionali giocando la partita di Europa League contro lo Swansea City (0-3). Il 24 ottobre, poi, sono arrivate le prime reti, proprio in Europa League. Al San Gallo l’argentino ha realizzato due dei cinque gol dei valenciani.

In stagione, ad oggi, l’argentino ha totalizzato 9 presenze (7 da titolare), più 4 in Europa (3 da titolare). La partita contro il Siviglia del settembre scorso è stata, probabilmente, la prestazione migliore del giovane 20enne.

QUALITA’ – Giocatore tutto mancino, Cartabia fa della rapidità negli spazi stretti il suo punto di forza. L’argentino può ricoprire diversi ruoli, ma rende al meglio da esterno destro con licenza di offendere, rientrando sul mancino. Può giocare, inoltre, come trequartista o come esterno sinistro. Molto tecnico e dalla buona visione di gioco, il giocatore è dotato anche di un buon tiro da fuori, mentre deve migliorare soprattutto in fase d’interdizione e negli inserimenti. Quando lo farà, Rosario avrà, a tutti gli effetti, un altro gioiello da lucidare.