Luc Castaignos, l’Henry d’Olanda

Luc Castaignos, l’Henry d’Olanda

castaignos

Da pochi giorni Don Balòn ha stilato la lista dei 101 migliori giovani calciatori al mondo. MaiDireCalcio, da oggi in poi, ve ne presenterà uno al giorno. Ecco a voi Luc Castaignos, giovane attaccante olandese, considerato in patria il “nuovo Thierry Henry“.

STORIA -Entrò a far parte giovanissimo delle giovanili dell’Excelsior. A 13 anni, durante un torneo a Rotterdam, viene notato dal Feyenoord che lo cede allo Sparta. A 16 anni firma il suo primo contratto da professionista con il Feyenoord. Mario Been, l’allenatore all’epoca del Feyernood, lo porta molte volte in prima squadra ed esordisce il 24 settembre 2009 in Coppa D’Olanda, nel match vinto 5-0 in casa degli Harkemase Boys.  Il debutto in campionato arriva nel febbraio 2010 nel corso della partita contro il Groningen. Nell’ultimo giorno di mercato invernale l’Inter lo acquista per 1.5 milioni di euro più indennizzo. Esordisce con la maglia nerazzurra nel match di Supercoppa italiana perso 2-1 contro il Milan. Debutta in Serie A, da titolare, il 20 settembre nel match tra Novara e Inter venendo sostituito da Pazzini alla fine del primo tempo sul risultato di 1-0 per i piemontesi. Il primo e l’unico gol con la maglia nerazzurra lo realizza il 27 novembre contro il Siena. Il 19 febbraio 2012 è protagonista di uno spiacevole episodio: durante il match Inter-Bologna sputa verso l’avversario Raggi, vendendo in seguito squalificato per tre giornate dal giudice sportivo. La sua avventura milanese termina nel luglio 2012, quando venne acquistato dal Twente per 6 milioni di euro, e debutta in campionato il 12 agosto nella vittoria interna contro il Groningen. Segna il suo primo gol il 26 agosto nel 3-1 esterno contro il NEC Nijmegen. Nella sua prima stagione con il Twente colleziona 38 presenze e 13 gol in campionato considerando anche i play-off per l’Europa League, 44 presenze e 14 gol complessivi. Inoltre, ha toccato quota 100 presenze con i club in occasione di Twente-Utrecht 6-0, segnando anche una doppietta.

NAZIONALE – A 15 anni esordisce nell’Olanda Under-17, precisamente il 18 settembre 2008 in un incontro amichevole contro la Spagna (partita terminata 0-0). Nell’Europeo Under-17, concluso al secondo posto dall’Olanda, ha segnato anche nella finale persa contro la Germania, realizzando il gol del momentaneo vantaggio per gli olandesi al 7′.
Dal 2009 al 2011 ha giocato nell’Under-19, disputando anche l’europeo di categoria nel 2010.
Nell’agosto successivo viene convocato dall’allenatore dell’Under-21, Cor Pot, in vista dell’amichevole da disputare contro i pari età della Svezia: gioca da titolare la sfida persa per 3-0 contro gli scandinavi.

CARATTERISTICHE FISICHE E TECNICHE – Fisico imponente, è il classico attaccante moderno. Dispone di una buona tecnica individuale, è autore di dribbling stretti e ha un’ottima falcata: le sue movenze ricordano un grande del Feyenoord “Pierre Van Hooijdonk”. E’ un calciatore che sa dialogare negli spazi stretti. E’ ancora poco maturo sotto porta, ma potrebbe diventare veramente micidiale nelle aree avversarie. I punti di forza di questo giocatore sono il gioco aereo, l’esplosività ed il fiuto del goal, mentre ciò su cui deve migliorare di più è l’uso del suo piede debole, il mancino.

Ecco alcune giocate del giovane Luc Castaignos: